· 

Corea del Sud legalizza il trading criptovalute e no anonimato

corea del sud legale trading criptovalute no anonimato e no stranieri

Il trading criptovalute ha fatto diventare gente milionaria in una notte e alcuni addirittura miliardari, che hanno destato l'attenzione delle autorità di tutto il mondo.

 

Sai chi è l'autorità di regolamentazione del mercato Bitcoin, Ethereum e Ripple più popolare al mondo? È la Corea del Sud che ha fatto una mossa attesa da tutti gli esperti il 23 gennaio 2018, vietando i conti bancari anonimi per la vendita e l'acquisto di criptovalute e bloccando il trading criptovalute ai residenti all'estero.

 

I legislatori sud coreani hanno confermato che le Exchange di criptovalute nel paese diventeranno di fatto legali dal 30 gennaio 2018, in quanto emanano nuove leggi sull'anonimato nel trading criptovalute. La Corea del Sud è un grande mercato per il trading di Bitcoin e questa decisione ha portato al calo della sua quotazione e dei prezzi.

 

Attualmente, si sta negoziando vicino ai suoi livelli più bassi da tre mesi a questa parte. Con la legalizzazione del trading di criptovalute, le autorità della Corea del Sud vietano anche agli stranieri l'apertura di conti bancari per il trading di valute digitali.

 

Ma perché?

 

In questo articolo, discuteremo le conseguenze del divieto degli account anonimi nel trading criptovalute e bitcoin e qual è il suo impatto sul mercato.

 

 

Approfondimento: previsioni criptovalute 2018-2020 qui >>

 

 

 

 

Nuove regolamentazioni di trading criptovalute della Corea del Sud

Nuove regolamentazioni trading criptovalute Corea del Sud

La Corea del Sud è il terzo più grande mercato di criptovalute, dopo il Giappone e gli Stati Uniti. Con l'aumento della domanda di valute digitali, il prezzo ha iniziato ad aumentare rapidamente, il che era una preoccupazione per i funzionari governativi del paese.

 

Il Vicepresidente della Commissione per i servizi finanziari della Corea del Sud - Kin Yong-bum ha pubblicato un documento con le norme sulle criptovalute. Il documento intitolato "Special Measures for the Elimination of Virtual Currency Speculation" - (Misure speciali per l'eliminazione della speculazione in valuta virtuale) - fornisce dettagli sulle linee guida antiriciclaggio per le banche che si occupano di trading di criptovaluta.

 

Come parte di queste linee guida, le banche ora sono obbligate ad utilizzare un sistema di trading che indichi sempre nome reale e verificato. Questo sistema sostituirà l'attuale sistema di emissione di valuta virtuale utilizzato da tutte le banche. Dal 30 gennaio 2018, il nuovo sistema di trading con il "nome reale" sarà operativo e verrà utilizzato per i servizi di deposito e prelievo.

 

Ora, i nuovi trader di criptomonete potranno aprire account di trading criptovalute con le banche solo dopo una rigorosa procedura di identificazione. Questa grande mossa è arrivata dopo che le autorità della Corea del Sud hanno fatto irruzione in due importanti borse di criptovalute. Ora le banche dovranno anche monitorare le transazioni insolite, potenzialmente fraudolente, lo scopo della transazione e la fonte di finanziamento.

 

Se l'importo della transazione è superiore a 10 milioni di KRW al giorno (circa 9,400 dollari) o 20 milioni di KRW in 7 giorni (circa poco più di 18 mila dollari), le banche dovranno terminare la transazione e segnalarla alla Korean Intelligence Unit (FIU).

 

I membri della Blockchain Association coreana hanno già imposto l'uso del sistema di verifica dell'ID, ma saranno sostituiti da un sistema di trading con nomi reali come annunciato dal governo.

 

 

 

 

Stranieri (non residenti) e minori sono banditi dal trading di criptovaluta

Il sistema di trading con nomi reali utilizzato dai principali Exchange di criptovalute esclude i minori e gli stranieri non residenti per prevenire le frodi di riciclaggio di denaro e i reati correlati.

 

Ma perché il governo ha deciso tali restrizioni di trading?

 

Durante le ispezioni, i funzionari governativi hanno scoperto che alcune borse e exchange di trading criptovalute, hanno accettato i fondi degli utenti in conti aziendali aperti presso le banche. In effetti, una borsa sud coreana ha trasferito fondi attraverso quattro conti bancari in un conto principale della borsa e ne ha spesi 58,6 miliardi.

 

Il governo è preoccupato di un potenziale immenso riciclaggio di denaro sporco (in inglese si chiama Monay laundering) e il passaggio a investimenti in fondi di investimenti speculativi. Il governo è più preoccupato per gli investimenti di stranieri, non residenti e di minori di età. A tutti gli stranieri, inclusi residenti, non residenti e kyopo di etnia coreana con cittadinanza straniera, è stato bandito il trading di criptovalute in Corea del Sud.

 

Con le attuali condizioni del mercato di criptomonete, il governo ritiene che una maggiore offerta di denaro da parte dei trader comporterà una speculazione più elevata. Quindi, vietare gli stranieri dal trading criptovalute aiuterà il governo a mantenere il controllo del mercato.

 

La decisione di vietare ai minori il trading è stata presa per prevenire i crimini commessi dai giovani. Gli stranieri che hanno già creato i loro account saranno autorizzati a prelevare i loro soldi dai loro conti accessi presso le borse, ma non saranno in grado di effettuare depositi dopo il 30 gennaio 2018.

 

Il governo ha anche dichiarato che prevede di inserire una tassa sulla speculazione nel trading di criptovalute: infatti ha deciso di riscuotere il 24% delle imposte societarie e sul reddito da tutte le exchange di criptovaluta locali.

 

 

 

 

Impatto della decisione della Corea del Sud sul trading criptovalute

trading criptovalute corea del sud

Il governo sudcoreano deve regolamentare il mercato delle criptovalute a causa delle preoccupazioni derivanti dai prezzi in rapida ascesa e bloccare l'elevata volatilità. Dopo l'annuncio fatto dal governo sul divieto di conti bancari anonimi per il trading di criptovalute, il Bitcoin è sceso di quotazione sotto i 10 mila dollari per coin.

 

Controlla la quotazione bitcoin qui >>

 

Gli investitori temono che la nuova regolamentazione ridurrà definitivamente la domanda. Quando il prezzo dei Bitcoin ha raggiunto i $ 20.000 a dicembre 2017, gli investitori dilettanti hanno acquistato Bitcoin con carta di credito, ipotecato le loro proprietà o abbandonato il loro lavoro per fare trading a tempo pieno. Con il recente calo dei prezzi nella seconda settimana di gennaio 2018, questi trader hanno iniziato a vendere i loro Bitcoin, con conseguente ulteriore calo del prezzo.

 

Con i nuovi regolamenti imposti dal terzo mercato di trading criptovalute del mondo, il prezzo del Bitcoin è sceso di nuovo. Tuttavia, gli operatori possono ancora negoziare al ribasso con le criptovalute e Bitcoin.

 

Ci sono due modi per negoziare al ribasso le criptovalute:

 

  • Compra il sottostante da un affidabile broker di criptovalute
  • Negoziare un derivato CFD e mantenere un margine di liquidità con un broker Forex online

 

Per saperne di più, leggi il nostro articolo "Il trading al ribasso di criptovalute e Bitcoin come funziona [GUIDA]" >>

 

L'anno scorso, le autorità cinesi hanno chiuso gli Exchange di criptovalute che operano nel Paese. Questa decisione ha anche comportato una perdita del 34,9% in diverse sessioni di negoziazione. Tutte le recenti volatilità nel mercato delle criptomonete sono dovute a preoccupazioni normative.

 

I regolatori tedeschi e francesi hanno anche proposto di regolamentare il mercato delle criptovalute, che sarà discusso al vertice del G20 di quest'anno a marzo 2018. La negoziazione di criptovalute è aumentata dopo l'introduzione di contratti futures a dicembre 2017.

 

Sebbene crei un mercato più efficiente, ciò porta anche a una speculazione più elevata.

 

Molti nostri lettori ci hanno chiesto come fare ad investire in Bitcoin, perchè non riescono ad aprire nessun conto con nessuna delle seguenti Exchange criptovalute:

 

 

Non riescono nè a inviare i documenti, nè a fare un bonifico per comprare Bitcoin. Ma allora come fare a comprare Bitcoin?

 

Leggi qui sotto qual'è ad oggi una delle poche piattaforme che veramente ti permettono di comprare bitcoin e che sta per diventare una vera e propria Exchange di criptovalute 2018.

 

 

 

 

Dovresti investire in criptovalute e Bitcoin?

Le criptovalute sono di gran moda in questo momento, ma dovresti investire in tale mercato? Le criptovalute potrebbero diventare un importante mezzo di scambio e di valori monetari in futuro. È un buon investimento a lungo termine, ma solo se investito attraverso un broker di criptovalute o piattaforme di criptomonete affidabili e con licenza e regolamentazione.

 

Con l'introduzione di nuove normative da parte di diversi paesi in tutto il mondo, il mercato del trading di criptovalute diventerà ancora più trasparente ed efficiente. Poiché la moneta digitale decentralizzata funziona con la tecnologia blockchain, è vantaggiosa per i trader e quindi puoi investire in modo prudente.

 

Inizia con un piccolo investimento (fai trading solo con una piccola somma di denaro) e continua ad acquisire conoscenze sul mercato delle criptomonete e tieniti aggiornato leggendo le nostre Notizie sulle criptovalute. Pensi che ne valga la pena utilizzare investire in criptovalute?

 

Pensi che sia una truffa?

 

Mi piacerebbe sentire i tuoi pensieri nella sezione commenti qui sotto!

 

>> Leggi tutte le opinioni di chi compra e vende vere criptovalute con IQ Option qui >>

 

Oppure apri un conto dimostrativo compilando il modulo gratis qui sotto:

 

 

       

Reviews System WIDGET PACK