· 

La lista nera (black list) delle criptovalute truffa: AMF, FSMA, FCA

lista nera criptovalute truffa black list 2018-2020

L’autorità francese governativa AMF e la FSMA belga che controllano i mercati finanziari hanno pubblicato la loro lista nera di alcuni siti web, che in modo illegale chiedono alle persone, in Europa, di investire in criptovalute e beni collegati alle ICO o alle criptomonete. 

 

Aggiornamento 8 aprile 2018

 

L'AMF ha sottolineato nella sua pubblicazione che non si può investire in Europa e in Francia in particolare con tali broker o intermediari finanziari, senza che essi siano regolarmente iscritti e facenti parte della lista degli intermediari con licenza come da legge Sapin II.

 

La non conformità alle leggi europee obbliga gli enti di regolamentazione ad esporre una diffida come già accade per la CONSOB che ogni giorno pubblica, ahimè una serie di diffide a broker che contattano gli europei senza avere nessun permesso, regolamentazione o licenza.

 

 

 

 

Criptovalute la lista nera della Francia dell'ente di regolamentazione AMF e CONSOB

L’AMF e la CONSOB hanno pubblicato i seguenti siti Web nella sua lista nera delle potenziali truffe o non conformità alla legge:

 

  • https://www.royalcripto.com/it (delibera n. 20381 del 13 aprile 2018)

  • http://akj-crypto.com/
  • http://bank-crypto.com/
  • https://bcoin-bank.com/
  • https://bit-crypto.net/
  • https: //www.crypteo.io/
  • https://cryptobankweb.com/
  • http://crypto-major.com/
  • https://cryptopartnersinvest.com/
  • https://krakenaccess.com/
  • http://www.minedecrypto.com

 

Anche l'ente di regolamentazione del Belgio ha pubblicato una lista analoga e ti ricordiamo che la rete degli enti nazionali ha in automatico ripreso questo elenco e ciascun ente come la CONSOB, solo per citarne uno, lo ha pubblicato come diffida.

 

L'AMF, solo per fare un esempio, ha dichiarato poco tempo fa che le piattaforme e gli intermediari che offrono criptovalute e risorse digitali collegate, devono attenersi alle leggi relative all’autorizzazione per operare sui mercati finanziari, oltre che astenersi dalla pubblicità digitale, come definito dalla legge Sapin II, che proibisce rigorosamente le opzioni binarie e alcuni CFD dall'essere promossi in internet.

 

 

 

 

Criptovalute lista nera della FSMA del Belgio

Nelle ultime settimane sono apparse su Internet un gran numero di nuove piattaforme che offrono a tutti di investire in criptovalute. La FSMA mette in guardia il pubblico perché dietro queste nuove piattaforme, spesso nascondono i truffatori che hanno deciso di nascondere sotto il nome di "criptovalute" le loro truffe pubblicando una lista nera di criptovalute e siti web collegati!

 

Nelle ultime settimane, molte piattaforme sono apparse su internet. Tutti usano la stessa storia: dichiarano di offrire la migliore (o una delle migliori) piattaforme di trading che consentano a principianti e professionisti di fare trading di criptovaluta in un istante e con fiducia.

 

          "Investire in criptovaluta con sicurezza. "

 

"Investi in valute digitali con fiducia su una delle piattaforme più riconosciute sul mercato. "

 

          "XXX: il trading di criptovaluta è finalmente di facile accesso! "

 

Alcune di queste piattaforme offrono anche altri prodotti finanziari le cui cripto-valute sono il sottostante: conti di risparmio, con rendimenti presumibilmente garantiti, mandati di gestione o derivati come i CFD.

 

La FSMA, tuttavia, ha ricevuto numerosi reclami su queste piattaforme di trading presumibilmente attive nel settore delle criptovalute. I consumatori che vi hanno investito si lamentano in particolare:

di non riuscire a recuperare mai i fondi investiti o, semplicemente, essere senza notizie della compagnia con cui hanno messo i loro fondi.

 

"Ho contattato il gruppo XXX tramite un annuncio su Facebook tramite il quale ho lasciato le mie informazioni di contatto. In seguito, un collega mi ha chiamato e mi ha spiegato il loro metodo di lavoro ... mi ha poi spiegato che al momento c'era un buon affare e che avrebbe potuto raddoppiare il mio investimento se avessi investito in il più presto possibile. Mi sono lasciato tentare e ho fatto un trasferimento (...) Il collaboratore è diventato più evasivo ed è diventato difficile averlo al telefono. L'ultima volta, mi ha detto che il mio file sarebbe stato chiuso e riceverò le vincite. (...) Ad oggi, comunque, non ho ancora ricevuto nulla."

 

"Ho investito tramite una piattaforma (XXX) tramite un cosiddetto accordo (agreement). Quando ho chiesto i miei soldi indietro, me lo hanno promesso per una certa data. Tuttavia, non ho mai ricevuto nulla e ora, mi hanno rimosso l'accesso. "

 

"L'account è stato chiuso e [un] accordo [per un] rimborso completo del mio investimento (...). Da allora, non ho ancora ricevuto nulla sul mio account nonostante diverse email. "

 

In questi casi è una truffa sugli investimenti pura e semplice.

 

Al fine di evitare tali truffe, la FSMA invita gli investitori a essere molto cauti e li consiglia di rimanere attenti a qualsiasi prova di frode sugli investimenti. Lei formula alcune raccomandazioni:

controllare sempre l'identità dell'azienda (identità sociale, paese di regolamentazione, ecc.).

 

Se una società non è chiaramente identificabile, non le può essere accordata alcuna fiducia.

Fai attenzione anche alle società che dichiarano di avere l'approvazione delle autorità di regolamentazione e ti riferiscono a tali approvazioni. Questa tecnica è comune. Tuttavia, questo è spesso il furto di identità. 

 

Fai attenzione anche se questa azienda o il sito web di questa azienda esiste da poco tempo. Questo è spesso il caso di queste piattaforme di trading criptovalute, che hanno generalmente meno di un anno.

 

Chiedi sempre all'altra persona informazioni chiare e comprensibili e rimani critico su queste informazioni.

 

Molte piattaforme di trading in criptovaluta promettono rendimenti garantiti o protezione dell'intero capitale. Tali promesse nel settore delle criptovalute sono, tuttavia, illusorie! Inoltre, se un'offerta è fraudolenta, l'assicurazione promessa è altrettanto una truffa.

 

Infine, fai attenzione alle (promesse di) vincite su tutte le proporzioni. Quando una resa o guadagno, sembra troppo bello per essere vera, è davvero spesso irreale.

 

La FSMA ha stilato un elenco di piattaforme di trading di criptovaluta su cui ha ricevuto richieste / reclami da parte dei consumatori e trovato prove di frode. 

 

Ecco i siti illegali indicati dal FSMA belga e la lista nera:

 

  • www.01crypto.net
  • www.btc-cap.com
  • www.capital-coins.com
  • www.coinquick.net
  • www.cryptavenir.com
  • www.crypto-banque.com
  • www.crypto-infos.com
  • www.cryptos.solutions
  • www.cryptos-currency.com
  • www.ether-invest.com
  • www.eurocryptopro.com
  • www.finance-mag.info
  • www.gme-crypto.com
  • www.gmtcrypto.com
  • www.gmt-crypto.com
  • www.good-crypto.com
  • www.mycrypto24.com
  • www.nettocrypto.com
  • www.patrimoinecrypto.com
  • www.ydconsultant.com

 

 

 

L’AMF e le criptovalute la lista nera (black list)

L'ente di regolamentazione francese, italiano e belga, ritengono inoltre che i contratti di criptovaluta siano dei derivati, indipendentemente dalla specifica criptovaluta in questione.

 

Di conseguenza, tutte le piattaforme online che offrono derivati di criptovalute devono essere regolate dalla MiFID II, che richiede l’autorizzazione e una licenza per operare, oltre che tutta una serie di adempimenti di regolamentazione che sono stati messi in piedi per proteggere il consumatore. La pubblicità di ICO e criptovalute è severamente vietata sia in Francia che in Belgio.

 

Quindi non abboccarci e leggi sempre le opinioni e le recensioni e domanda sempre nei forum cosa ne pensa la gente.

 

Il mese scorso, il ministro delle finanze francese e il ministro delle finanze tedesco hanno firmato una lettera insieme ai ministri delle finanze del G20, in cui affermano che la criptovaluta non è solo rischiosa per gli investitori, ma anche minaccia la stabilità finanziaria globale a lungo termine.

 

All'inizio di questa settimana, le relazioni interne hanno dichiarato che Francia e Germania vogliono presentare una proposta congiunta per proporre una rigida regolamentazione del cripto-mercato.

Le proposte dei paesi europei si concentrano sulla prevenzione del riciclaggio di denaro e del finanziamento del terrorismo, nonché sulla protezione dei consumatori. 

 

Vogliono anche proporre delle regole per impedire alle banche di offrire criptovalute.

Tuttavia, si dice che la Francia è in minoranza in Europa ed è improbabile che riceverà molto aiuto nei suoi sforzi contro le valute virtuali.

 

 

Società che stanno offrendo investimenti in crypto assets e crypto valute senza autorizzazione segnalati dalla CySEC:

 

  • boursebitcoin.com
  • crypto2.bnd-group.com
  • crypto.private-finances.com
  • ecs-solutions.net
  • ether-invest.com
  • krakenaccess.com
  • www.minedecrypto.com
  • BitcoinBank
  • CryptFund
  • GreenFileds Capital
  • Continenatl Bancorp
  • Aidan Trading Corp
  • Mane Marketing Sp. zo.o.
  • Nescom Polska Sp. zo.o.
  • Netmore Sp. zo.o.
  • Seremar Sp. zo.o.
  • Butrans Sp. zo.o.
  • Bfb Marketing Ltd - Fxt24 Ltd
  • Abc123 Group
  • Qw Lianora Swiss Consulting Sa
  • 72option
  • Shtern Group

 

 

 

 

Come si evitano le truffe di criptovaluta?

Il modo più semplice è rimanere a casa, spegnere il PC e non giocare con i tuoi sudati soldi. Ma se sei determinato a investire nel mondo alquanto rischioso della criptovaluta, ci sono alcune truffe comuni di cui dovresti essere a conoscenza. 

 

C'è un momento sicuro per investire in Bitcoin o Ethereum

 

Ci sarà sempre un rischio quando "investiamo" in Bitcoin, Ethereum o in qualsiasi altra forma di criptovaluta. 

 

Tuttavia, tale rischio può essere gestito. Ecco come farlo qui >>

 

Ecco 5 truffe comuni e come scoprirle senza ombra di dubbio.

 

 

 

 

1. Exchange e borse di criptovalute senza regolamentazione

La popolarità esplosiva di Bitcoin e altri altcoins ha visto un enorme aumento nella nascita di exchange e borse di criptovaluta.
Tutti vogliono la tua attenzione e le commissioni di transazione che ti verranno chieste con la gestione dei tuoi acquisti.

 

 

 

 

Tuttavia, non ci sono molti exchange di criptovaluta senza licenza completamente affidabili.

Qua sta la differenza. Devi sempre fare riferimento alla piattaforma che ha una regolamentazione in Europa.

 

Se sei completamente nuovo alla criptovaluta, potresti non aver sentito parlare di Mt. Gox. Si trattava di una prima criptovaluta che a un certo punto rappresentava oltre il 70 percento di tutte le transazioni di Bitcoin in tutto il mondo. 

 

Una mattina, a febbraio 2014, il Mt. Gox ha sospeso il trading. In seguito è emerso che 850.000 Bitcoin erano stati rubati (valutato a $ 450 milioni al momento, oltre $ 3,5 miliardi - sì, hai letto bene!).

 

Circa 200.000 sono stati recuperati e restituiti al sito e ad alcuni utenti.

 

l punto è che fidarsi delle persone in un mondo interamente digitale è estremamente difficile, specialmente se non è possibile verificare o verificare ciò che sta avvenendo dietro le quinte.

Quindi opera solo con società regolamentata e con licenza.

 

 

 

 

Un breve elenco di Exchange borse affidabili

Non vogliamo diffondere paure senza offrirti qualche buona notizia: ci sono degli ottimi exchange là fuori. Questo elenco è in linea con le opinioni e le recensioni di molti utenti che scambiano e negoziano criptovalute ogni giorno:

 

  • Coinbase: supporto per Bitcoin, Ethereum e Litecoin.
  • Kraken: supporto per Bitcoin, Ethereum, Litecoin, Monero e altri altcoin popolari. Anche alcuni piccoli altcoin, come Augur e Stellar Lumens.
  • Bittrex: supporto per quasi tutte le monete a cui puoi pensare e di cui non hai mai sentito parlare. Il supporto può essere lento, ma utile.
  • Cryptopia: supporto per un numero ridicolmente grande di monete, presenta anche una tassa di transazione estremamente bassa.
  • IQ Option: multi piattaforma dove poter comprare criptovalute e speculare con CFD
  • AvaTrade: speculazione e negoziazione di CFD
  • Trade.com: piattaforma dove poter speculare con CFD

 

Esegui i tuoi test e prove, prima di mettere qualsiasi quantità di Bitcoin o Altcoin in un Exchange Borsa.

 

Evita di lasciare le tue criptovalute in una borsa, ma trasferisci quelle monete in un portafoglio offline alla fine della giornata: ci vuole solo un po' di tempo per rimandarle a una borsa per fare trading.

 

 

 

 

2. Schema Ponzi e schemi piramidali

Nella primavera del 2017, una società con sede a Mumbai, denominata OneCoin, stava consegnando un piano di vendita ad una stanza di investitori. I funzionari di polizia finanziaria indiani hanno fatto irruzione all'incontro, arrestando infine 18 rappresentanti OneCoin per aver gestito uno schema Ponzi basato sulla criptovaluta. 

 

Al momento del loro arresto, OneCoin aveva già trasferito oltre $ 350 milioni tramite un processore di pagamento.

 

Gli investitori sono stati ingannati da una combinazione di entusiasmo, mancanza di conoscenza della tecnologia di fronte a loro e molta copertura mediatica positiva (sia del progetto che dei prezzi di criptovaluta).

 

Un sacco di gente ha perso molti soldi. 

 

Ma la criptovaluta sta creando nuove truffe, usando il gergo e la tecnologia di cui la maggior parte della gente non ha mai sentito parlare. 

 

Persino cogliere le basi della tecnologia blockchain e dei contratti intelligenti è difficile per i profani e principianti.

 

Approfondimento: il Bitcoin è uno schema ponzi? È una truffa? Leggi qui >>

 

 

 

 

3. Pump and Dump che significa "Pompa e scarica subito dopo"

Molti importanti esperti finanziari hanno anche dichiarato la criptovaluta come una truffa. Mentre alcuni paragonano il Bitcoin ad altri investimenti rifugio, come l'oro, altri ritengono che sia solo il paradiso di uno speculatore, truffatore che prima carica bene il prezzo del bene o azione (fase pump) e poi vende tutto e e fa crollare il mercato (fase dump).

 

Bitcoin ha una capitalizzazione di mercato di oltre $ 145 miliardi. Sarebbe molto difficile manipolare direttamente il prezzo. Ma gli altcoin più piccoli sono estremamente vulnerabili a un pomp e dump standard.

 

In molti modi, le migliaia di altcoin più piccoli hanno preso il posto delle strategie sulle penny stocks, anche se con un vantaggio tecnologico. Inoltre, ci sono diversi gruppi dedicati a questa pratica esatta. Hanno un voto mensile per scegliere un altcoin con una piccola capitalizzazione di mercato e colpiscono duro.

 

C'è un bel film che ti può spiegare come funziona il sistema Pump and Dump, si chiama Gold la grande truffa:

 

 

.... quando qualcosa sembra troppo bella per essere vera... purtroppo è una fregatura...

 

 

 

4. ICO

Initial Coin Offerings (ICOs) sono le IPO del mondo delle criptovalute. Le startup di criptovaluta creano offerte di monete iniziali per aumentare considerevoli quantità di denaro. Tuttavia, molti di loro sovrastimano enormemente il valore della loro startup. Altri sono semplicemente schemi elaborati di "pump and dump".

 

La Securities and Exchanges Commission (SEC) è estremamente diffidente nei confronti delle Ico. 

È opportuno evitare di investire o avere a che fare con una società se:

C'è una mancanza di informazioni accurate o aggiornate di un'azienda.

 

Le domande riguardano l'accuratezza delle informazioni disponibili al pubblico, compresi i comunicati stampa e la copertura dei media.

 

Ci sono pratiche commerciali discutibili, come insider trading, manipolazione del mercato e altro ancora.

 

Ovviamente, questo in realtà non protegge sempre i potenziali investitori dalle truffe degli ICO, come abbiamo visto in precedenza la stessa truffa con OneCoin. A causa della popolarità del mercato che circonda gli ICO, e del potenziale di grandi profitti a breve termine, molti truffatori stanno tentando di trarne profitto. 

 

 

 

 

ICO bannate e vietate

Anche le ICO hanno fatto notizia dopo che sia la Cina che la Corea del Sud hanno preso provvedimenti per vietarli. La commissione per i servizi finanziari della Corea del Sud ha affermato che le istituzioni e le persone che conducono affari in relazione ad un ICO dovrebbero andare in prigione.

 

Questa mossa arriva dopo che il governo cinese ha bandito tutti gli Ico, definendoli "raccolta fondi illegale". La Cina è anche preoccupata per il fatto che la criptovaluta possa dare potere ai suoi cittadini. La valuta anonima decentralizzata sotto forma di ICO (e di altri altcoins) potrebbe facilmente "interrompere il loro ordine sociale".

 

La Cina ha precedentemente vietato l'attività legata a Bitcoin e criptovaluta, causando un crollo sui mercati globali.

 

 

 

 

5. Coin che semplicemente non esiste

Nell'agosto del 2017, la polizia della City of London ha chiuso un "business criptovaluta" che chiamava direttamente le persone per vendere una moneta digitale falsa. Le vittime furono chiamate e persuase ad acquistare criptovalute inesistenti. Nove vittime si sono fatte avanti e hanno denunciato con perdite combinate superiori a £ 150.000.

 

L'uomo che presumibilmente ha inventato la truffa ha usato un indirizzo di Londra centrale, nel centro finanziario, per convalidare l'autenticità della truffa.

 

I veri investitori non ti chiameranno mai per offrire un'opportunità, che sia una criptovaluta o meno. Se si riceve una chiamata per chiedere di partecipare ad un investimento in un progetto, annota sempre il nome del chiamante, il nome e l'indirizzo della società e metti giù il telefono. 

 

La prossima chiamata la devi fare alla polizia e denunciare chi ti ha chiamato.

 

Un'altra minaccia crescente viene dai social media. I più importanti profili di società di criptovalute vengono clonati da impostori su Twitter e Facebook.

 

Le pagine di truffa contattano direttamente le persone, chiedono investimenti nel loro progetto o di comprare Bitcoin o Ethereum a prezzi scontati.

 

 

 

 

La FCA obbliga a richiedere la licenza ai broker di criptovalute

In una dichiarazione rilasciata dalla FCA (ente di regolamentazione inglese dei mercati finanziari), l'agenzia ha annunciato che tutte le società che desiderano fornire derivati di criptovaluta devono richiedere un'autorizzazione ufficiale per farlo.

 

L'annuncio arriva mentre l'FCA cerca di chiarire la sua posizione quando si tratta di derivati di criptovaluta. Secondo la dichiarazione ufficiale, tutte le società che offrono - o desiderano offrire - servizi collegati ai derivati di criptovaluta devono rispettare tutte le regole FCA e qualsiasi regolamento UE "direttamente applicabile".

 

La dichiarazione dice:

 

È probabile che l'intermediazione, l'organizzazione di transazioni, la consulenza o la fornitura di altri servizi che equivalgono a attività regolamentate in relazione a derivati che fanno riferimento a criptovalute o token emessi attraverso un'offerta di moneta iniziale (ICO), richiederanno l'autorizzazione da parte della FCA.

 

I prodotti e i servizi che devono avere una licenza e regolamentazione dei derivati della criptovaluta includono:

 

  • contratti di criptovaluta per differenze (CFD)
  • futures di criptovaluta
  • opzioni di criptovaluta

 

La FCA osserva che le criptovalute non sono regolate dall'agenzia purché non facciano parte di altri prodotti o servizi regolamentati. È una distinzione importante, per timore che la sentenza venga interpretata erroneamente come un invito generale alla regolamentazione obbligatoria.

 

Quali prodotti sono realemente regolamentati?

 

Mentre i derivati di criptovaluta - che possono essere classificati come "strumenti finanziari" ai sensi della Direttiva sui mercati degli strumenti finanziari II (MIFID II) - rientrano nella definizione dell'agenzia di un servizio o prodotto regolamentato, le criptovalute non lo sono. Non esiste attualmente un quadro legale che permetta alla FCA di sorvegliare ufficialmente la distribuzione delle valute digitali.

 

Ciò significa che le società che offrono servizi legati all'acquistare, vendere e scambiare criptovalute per proprio conto molto probabilmente non saranno influenzate dalla nuova sentenza.

 

La FCA avverte anche che le ICO "possono o meno rientrare nel perimetro di regolamentazione FCA" a seconda della natura dei token emessi.

 

Nonostante i tentativi dell'agenzia di chiarire la sua posizione sulle criptovalute e sui prodotti correlati, nebulose qualificazioni come "probabile" e "può o non può" lascia un margine di incertezza. Per questo motivo, l'FCA raccomanda alle imprese di richiedere la consulenza di un esperto se non sono affatto sicuri che necessitino o meno dell'autorizzazione ai sensi della nuova sentenza.

 

La dichiarazione è chiara su un punto saliente, tuttavia:

 

È responsabilità delle imprese assicurarsi di disporre dell'autorizzazione e dell'autorizzazione appropriate per svolgere attività regolamentate. Se la vostra azienda non è autorizzata dalla FCA e offre prodotti o servizi che richiedono l'autorizzazione, si tratta di un reato. Le società autorizzate che offrono questi prodotti senza l'autorizzazione appropriata possono essere soggette a misure di chiusura forzate.

 

 

 

 

Le criptovalute sono una truffa?

No, non proprio, ma qualsiasi tecnologia super popolare sta attirando individui senza scrupoli. Soprattutto quello che comporta denaro facile, alti rendimenti e l'anonimato per i truffatori.

 

La chiave per stare al sicuro nel mercato delle criptovalute è la ricerca. Ci sono sempre persone sfortunate che cadranno vittime di frodi e truffe. Le cose che sembrano troppo belle per essere vere probabilmente lo sono eccome.

 

Non cascarci e se decidi, dopo aver fatto decine e decine di controlli, di operare con le criptovalute, allora ricorda, inizia in piccolo e investi solo ciò che puoi permetterti di perdere, sempre.

 

Lascia qui sotto le tue opinioni e i tuoi commenti su potenziali truffe o semplicemente richeiste di informazioni.

 

 

 

 

Reviews System WIDGET PACK