· 

EU e ESMA limitano la leva nei CFD e criptovalute (aggiornamento)

esma criptovalute cfd limita leva finanzaria e vietato

L'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA) ha annunciato che ha promulgato la legge che impone forti limiti di leva finanziaria come misure temporanee di intervento sui prodotti di contratti per differenze (CFD), compresi quelli che utilizzano criptovalute, per gli investitori privati nell'Unione europea (UE).

 

L'ESMA ha anche annunciato il divieto per le opzioni binarie.

 

AGGIORNAMENTO 1 Giugno 2018:

 

Le misure sono state pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea (GU) oggi. Si inizierà ad applicare le nuove regole dal 2 luglio 2018 per le opzioni binarie e dal 1 agosto 2018 per i CFD.

 

Di conseguenza:

Dal 2 luglio 2018, viene introdotto un divieto di commercializzazione, distribuzione o vendita di opzioni binarie per gli investitori al dettaglio.

 

A partire dal 1 agosto 2018, viene introdotta una restrizione al marketing, alla distribuzione o alla vendita di CFD agli investitori al dettaglio.

 

Questa limitazione consiste in: sfruttare i limiti delle posizioni di apertura; una regola di chiusura del margine su base per account; una protezione del saldo negativo su base account; impedire l’uso di incentivi da parte di un fornitore di CFD; e un avviso di rischio specifico per azienda consegnato in modo standardizzato.

In particolare, i limiti di leva sull’apertura di una posizione CFD da parte di un cliente al dettaglio variano da 30:1 a 2:1, in base alla volatilità del sottostante.

 

Ti ricordo che i broker si stanno attrezzando a creare dei profili e delle piattaforme per professionisti in modo da avere il via libera alla leva e alle opzioni.

 

Le misure sono state pubblicate sulla rivista ufficiale dell'UE e entreranno in vigore dopo un mese per le opzioni binarie e dopo due mesi per i CFD, dopo la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale europea.

 

In fondo all'articolo troverai il sito web ufficiale ESMA e il PDF integrale in italiano della legge.

 

Le misure di intervento sul prodotto per i CFD includono limiti di leva sull'apertura di un contratto CFD da parte di un cliente privato da 30:1 a 2:1, che variano in base alla volatilità dell'attività sottostante. 

 

I limiti di leva sono: 

 

  • 30:1 per le principali coppie di valute
  • 20:1 per le coppie di valute non principali, l'oro e gli indici principali
  • 10: 1 per le materie prime diverse dall'oro e dagli indici azionari non importanti
  • 5:1 per le singole azioni e altri valori di riferimento
  • 2: 1 per criptovalute.

 

Altre misure di intervento includono quanto segue:

 

  • Una regola di chiusura automatica di tutte le posizioni del margine per conto trading. Questo standardizzerà la percentuale di margine al 50% del margine minimo iniziale richiesto, imponendo ai fornitori di chiudere uno o più dei CFD aperti di un cliente privato.
  • Protezione del saldo negativo obbligatorio. Ciò fornirà un limite garantito per le perdite dei clienti privati.
  • Una restrizione agli incentivi offerti per negoziare i CFD. Niente più bonus o percentuale sullo spread come accredito.
  • Un avviso di rischio, inclusa la percentuale di perdite sui conti degli investitori al dettaglio del fornitore di CFD, determinata in modo standardizzato.

 

 

 

 

ESMA e le criptovalute: perchè ha promulgato questa legge

I CFD che offrono un'esposizione a leva a variazioni di prezzo, livello o valore nelle classi di attività sottostanti esistono come un prodotto d'investimento speculativo a breve termine dal lontano 2006.

 

Negli ultimi anni, tuttavia, le autorità nazionali competenti hanno sollevato preoccupazioni in merito alla crescita dei CFD in un mercato del dettaglio di massa, nonostante questi prodotti siano complessi e inappropriati per la maggior parte degli investitori privati.

 

L'analisi dell'ESMA mostra che il 74% -89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro sui propri investimenti, con perdite medie che vanno da € 1.600 a € 29.000. Mentre alcune autorità nazionali garanti della concorrenza hanno adottato misure in questo settore, l'ESMA offre lo strumento più efficiente per fornire un livello minimo comune di protezione.

 

Il prezzo, i termini di trading e il regolamento di tali prodotti non sono standardizzati, minando la capacità degli investitori di cogliere i termini del prodotto. Inoltre, i fornitori di CFD richiedono spesso agli investitori di riconoscere che i prezzi di riferimento che determinano il valore di un CFD possono differire dal prezzo disponibile.

 

Può anche essere difficile per gli investitori al dettaglio verificare l'accuratezza dei prezzi ricevuti dal fornitore di CFD.

 

I CFD con criptovaluta come attività sottostante sollevano preoccupazioni significative.

 

L'ESMA è preoccupata dell'integrità del processo di formazione dei prezzi nei mercati sottostanti alle criptovalute, poiché rendono difficile per i clienti al dettaglio valutare questi prodotti.

A causa delle caratteristiche specifiche delle criptovalute come asset, il mercato degli strumenti finanziari che forniscono esposizione a criptovalute, come i CFD, sarà monitorato da vicino.

 

Controlla qui quali sono i siti web e gli intermediari nella lista nera delle criptovalute >>

 

 

 

 

ESMA criptovalute e CFD nel dettaglio

Gli investitori privati hanno difficoltà a valutare le prestazioni attese di un CFD, osserva la nota.

Oltre alle commissioni di transazione, è possibile applicare spread e altre commissioni.

 

L'applicazione della leva finanziaria, che è comune ai contartti per differenza CFD, può anche aumentare la probabilità di una perdita maggiore rispetto alla probabilità di un guadagno più elevato. Una leva elevata aumenta anche la probabilità che l'investitore abbia un margine insufficiente per sostenere i propri CFD aperti rendendo la posizione dell'investitore sensibile alle piccole fluttuazioni del prezzo.

 

La chiusura automatica del margine fornisce un grado di protezione per gli investitori in quanto riduce, ma non elimina, il rischio che l'investitore perda tutto o più del margine iniziale. L'interazione tra leva alta e chiusura automatica del margine aumenta la probabilità che la posizione dell'investitore venga chiusa automaticamente dal fornitore di CFD in un breve lasso di tempo o che un investitore debba aggiungere margine addizionale nella speranza di invertire una posizione perdente.

 

Inoltre, l'offerta di CFD agli investitori al dettaglio ha sempre più caratterizzato pratiche di marketing aggressive e fuorvianti. Una caratteristica comune delle tecniche di marketing e vendita CFD è stata l'offerta di bonus per attrarre e incoraggiare gli investitori al dettaglio a investire in CFD. Tali bonus possono agire come una distrazione dalla natura ad alto rischio del prodotto.

 

Tali offerte per aprire conti di trading CFD richiedono spesso agli investitori di pagare il fornitore e condurre un numero specificato di operazioni in un periodo di tempo specificato.

I conflitti di interesse possono derivare dal fatto che alcuni fornitori di CFD sono controparti delle negoziazioni degli investitori senza coprire la loro esposizione, mettendo quindi i loro interessi in conflitto diretto con quello dei loro investitori.

 

Controlla qui quali sono i siti web e gli intermediari nella lista nera delle criptovalute >>

 

 

 

 

ESMA monitora i mercati delle criptovalute

L'ESMA intende monitorare da vicino se simili conseguenze dannose per gli investitori al dettaglio si sviluppino da questi prodotti su base paneuropea.

 

I derivati che sono CFD non sono esplicitamente esclusi dalla definizione di contratti per differenza CFD. 

Tutti i contratti per differenza dovranno avere una limitazione della leva finanziaria, come già sta accadendo per le criptovalute, dove i broker le offrono con una leva finanziaria massima di 2:1, quindi molto bassa.

 

Tutti i CFD rientreranno nell'ambito di questa misura.

L'ESMA valuterà se sono necessarie misure più severe in seguito.

 

I commenti sono stati molteplici sui vari canali social e blog del settore. Molti investitori si vogliono rivolgere ai broker e intermediari non europei.

 

Attenzione a inviare denaro fuori dall'Europa, perchè non ci sono garanzie che il broker o intermediario poi paghino.

 

Approfondimento: 5 migliori broker criptovalute italiani per trading bitcoin e criptovalute >>

 

 

 

 

Le opzioni binarie sono state proibite

L'ESMA ha deciso di imporre un divieto di tre mesi per la commercializzazione, la distribuzione o la vendita di opzioni binarie agli investitori al dettaglio, poiché i rischi legati alle caratteristiche intrinseche delle opzioni binarie, come un rendimento negativo atteso e conflitti di interessi intrinseci, rendono questi prodotti non idonei per gli investitori privati.

 

A differenza delle opzioni che possono svolgere un ruolo prezioso nella copertura dell'esposizione a determinate attività, le opzioni binarie non soddisfano alcun reale bisogno di investimento per gli investitori al dettaglio. 

 

Tali opzioni possono anche attirare comportamenti compulsivi di tipo scommessa e gioco d'azzardo.

 

Approfondimento: Bitcoin bolla speculativa finanziaria o investimento sicuro? >>

 

 

 

Qui sotto l'estratto PDF della legge che puoi anche ritrovare nel sito ufficiale: https://www.esma.europa.eu/

 

 

Download
ESMA legge guida marzo 2018
In questo PDF in italiano pubblicato dall'ESMA troverai in dettaglio la nuova legge 2018 su leva finanziaria criptovalute CFD e opzioni binarie vietate. Buona lettura. (PDF privo di Virus scannerizzato con Virustotal.com
esma71-98-128_press_release_product_inte
Documento Adobe Acrobat 235.3 KB
Download
Gazzetta ufficiale Unione Europea 1 giugno 2018
Scarica gratis in PDF la gazzetta ufficiale europea con la pubblicazione del divieto opzioni binarie e nuove regole sui CFD imposti dall'ESMA.
Giornale eu ufficiale 1 giugno 2018 lecr
Documento Adobe Acrobat 2.0 MB
Reviews System WIDGET PACK