· 

3 fattori che penalizzano le criptovalute Bitcoin trading (PAZZESCO)

fattori che penalizzano le criptovalute bitcoin

Il prezzo del Bitcoin è sceso da quasi 20.000 dollari a circa 7.000 dollari in soli tre mesi. Perché? Cosa è successo? Quali sono i fattori che hanno penalizzato le Criptovalute Bitcoin?

 

Non ci sono mai state molte tecnologie che hanno mai potuto creare tanti  dibattiti carichi di emozioni quanto hanno fatto le criptovalute Bitcoin. 

 

Celebrato come uno strumento per potenziare finanziariamente le persone comuni da alcuni, e denigrato come una truffa da altri, le criptomonete moneta hanno preso d'assalto il mondo.

 

Tuttavia, anche alcuni dei più attesi discepoli di Criptovalute Bitcoin BTC hanno vacillato nella loro fede, poiché il prezzo del bitcoin è sceso di oltre il 50% da quasi 20.000 dollari di dicembre del 2017 a circa 7.000 dollari di questo periodo.

 

Alcuni membri della comunità di criptovalute sono stati colti da angosce e attacchi di panico e ansia, come pure coloro che cercano opportunità di trading di criptovalute Bitcoin al seguito del loro crollo; altri vedono la contrazione del mercato come una risposta razionale alla follia della corsa al rialzo di Bitcoin nel quarto quadrimestre. Altri ancora stanno godendo compiaciosamente del loro: "te l'avevo detto io !!!!"

 

Non importa in quale stato emotivo sia la gente, c'è una domanda che è nella mente di tutti: cosa cavolo è successo?

 

Naturalmente, la risposta è tutt'altro che semplice, ma ci sono alcuni fattori concreti che sono direttamente responsabili del crollo delle criptovalute Bitcoin.

 

 

 

 

1) Fattore che penalizza le Criptovalute Bitcoin trading: Regolamentazione dei governi

Quando le criptovalute Bitcoin aumentarono a ritmi senza precedenti nel 2017 e nel 2018, i governi di tutto il mondo iniziarono a sforzarsi per regolamentare adeguatamente il mercato. Questo era per proteggere gli investitori e soprattutto per difendere e raccogliere le entrate fiscali.

 

Alcuni paesi hanno agito rapidamente e duramente. La Cina ha messo in moto una serie di divieti che alla fine hanno messo fuori legge le borse Exchange di criptovalute domestici e le ICO. Questi divieti mandarono in cenere le quotazioni e i mercati persero miliardi su miliardi.

 

Le voci secondo cui la Corea del Sud stava prendendo in considerazione l'idea di vietare gli Exchange borse di criptovalute nazionali hanno avuto un effetto simile (e persino più drastico) sul prezzo del Bitcoin alla fine del 2017. Le voci sono state in seguito dichiarate false e alcuni funzionari sudcoreani sono stati in seguito accusati di manipolazione del mercato e insider trading.

 

Gli Stati Uniti hanno agito piuttosto lentamente e costantemente per regolamentare le criptovalute Bitcoin. Non ci sono stati veri e propri nuovi regolamenti formati per coprire specificatamente la cripto, sebbene la SEC, la CFTC e altri rami governativi abbiano fatto dichiarazioni (in qualche modo contraddittorie) su quali leggi esistenti si applicano alla criptovaluta.

 

L'annuncio della SEC degli Stati Uniti di giovedì 8 marzo 2018, secondo cui gli Exchange borse di criptovalute devono registrarsi come normali piattaforme di negoziazione sembra avere avuto l'effetto più drastico sul prezzo del Bitcoin rispetto a qualsiasi azione degli Stati Uniti - il prezzo di un singolo Bitcoin è sceso da 11,500 dollari a $ 9,500 in solo quattro giorni.

 

 

bitcoin criptovaluta grafico storico

2) Fattore che penalizza le Criptovalute Bitcoin trading: Le aziende dei social media adottano misure contro le criptovalute

Oltre ai regolamenti governativi, aziende come Facebook, Google e Twitter si sono prese l'impegno di impedire a clienti e utenti di utilizzare i servizi legati alle criptovalute. Tutti e tre i giganti di internet hanno preso la decisione di vietare la pubblicità di servizi relativi alla criptovaluta.

 

Facebook è stata la prima di queste aziende a prendere la decisione, annunciando la sua interruzione delle pubblicità legate al mercato delle criptovalute alla fine di gennaio 2018. 

 

Google ha seguito a metà marzo; Twitter ha annunciato la sua decisione lunedì 26 marzo. Entro 24 ore dalla decisione di Twitter, il prezzo di un singolo Bitcoin è sceso di oltre 1.000 dollari.

 

Anche l'autoregolamentazione è stata una tendenza nel settore bancario: le banche di tutto il mondo hanno emesso avvisi ai clienti in merito all'investimento in criptovaluta, e alcuni (vale a dire Capital One e Metropolitan Bank) hanno addirittura bloccato le transazioni legate alla criptovalute di alcuni clienti.

 

Tuttavia, non sembra che queste misure abbiano causato forti oscillazioni nel prezzo di BTC.

 

Approfondimento qui sulle quotazioni delle criptovalute >>

 

 

 

 

Non tutta la pubblicità è buona pubblicità quando si parla di bitcoin

Tutto si muove alla velocità della luce nel mondo della criptovaluta: in meno di due anni lo stesso mercato delle criptomonte è esploso da un hobby marginale a un movimento globale del valore di centinaia di miliardi di dollari.

 

Poiché tutto si muove così velocemente, le parole e le opinioni hanno effetti significativi e immediati sul prezzo delle criptovalute Bitcoin. Questo fenomeno spesso causa profezie che si autoavverano; se una fonte di notizie importante riporta che il prezzo del Bitcoin è diretto al rialzo, gli investitori si affrettano ad acquistare BTC, che a sua volta fa salire il prezzo ancora di più.

 

Lo stesso può valere per la stampa negativa: il calo del prezzo del Bitcoin potrebbe essere un'implosione auto-alimentante. Più le criptovalute Bitcoin cadono, più la gente dice che Bitcoin sta per avere un forte ribasso. Quindi, più persone preoccupate di perdere i loro fondi vendono le loro monete e più il prezzo scende e il ciclo continua.

 

Bitcoin (e criptovaluta e generale) è un concetto così recente che spesso le regole legate alla negoziazione di asset non può applicarsi al mercato.

 

IQ Option si è affacciata a questo mercato creando una Exchange Borsa di Criptovalute offrendo commissioni basse e una calendario di criptovalute molto dettagliato.

 

Scopri come funziona IQ Option qui >>

 

Mentre la decisione di "comprare o vendere" o meno le tue monete è dura, nessuno può dire con certezza quale sia la cosa giusta da fare - chiunque lo faccia sa bene di mentire.

 

La verità è che nessuno può prevedere il futuro. Tuttavia, abbiamo l'opportunità unica di osservare il futuro delle criptovalute Bitcoin. Se non altro, sappiamo che sarà dannatamente interessante.

 

 

 

 

3) Prezzo bitcoin: perché il bitcoin cade? Google ha distrutto il bitcoin?

I prezzi delle criptovalute Bitcoin hanno subito un duro colpo dopo la notizia scioccante che Google ha messo al bando tutti gli annunci di criptovaluta e di offerta iniziale di monete (ICO) sulla sua piattaforma pubblicitaria adWords. 

 

Ma perché il bitcoin sta cadendo oggi?

 

Analisi della criptovaluta mentre il divieto di Google genera timori.

 

Ecco la quotazione in tempo reale:

 

 

 

 

Gli analisti hanno ipotizzato che il bitcoin abbia subito un forte impatto negativo ieri tra i timori dellee nuove politiche pubblicitarie di Google.

Giorni fa Google ha annunciato diverse modifiche al suo "ecosistema pubblicitario", tra le principali politiche aggiornate sulla criptovaluta.

 

La società ha affermato di aver combattuto truffe, malware e truffatori di contenuti negli ultimi 15 anni.

Le nuove norme sugli annunci di criptovaluta sono stati impostati per entrare in vigore a giugno 2018.

L'annuncio di Google recita: "Quest'anno abbiamo aggiornato diverse politiche per indirizzare gli annunci di prodotti finanziari non regolamentati o speculativi come opzioni binarie, criptovaluta, mercati dei cambi e contratti per differenza (o CFD).

 

"Abbiamo anche aggiornato le nostre politiche sugli annunci di gioco d'azzardo per affrontare nuovi metodi di gioco d'azzardo con oggetti che hanno valore reale (ad esempio, skins gambling)."

Il gigante dei motori di ricerca afferma di aver tolto e cancellato più di 3,2 miliardi di annunci pubblicitari che violavano le sue politiche solo nel 2017.

 

Prezzo del bitcoin: Google sta mettendo al bando la criptovaluta e la pubblicità ICO sulla sua piattaforma.

 

Questi annunci includevano titoli di notizie sensazionalizzati sul materiale di marketing e altri annunci di clickbait maliziosi da parte di "truffatori che hanno tentato di vendere pillole dimagranti e truffe per la perdita di peso".

 

Google ha dichiarato: "Abbiamo sospeso oltre 7.000 account AdWords per le violazioni del cloaking dei tabloid, rispetto ai 1.400 del 2016."

 

Commentando il divieto di Google sugli annunci di criptovalute, Chris Keshian, managing partner e CEO di $APEX Token Fund, ha dichiarato: "Vediamo le azioni di Google come progressive, a patto che continuino a mantenere una mente aperta e non considerare tutte le criptovalute allo stesso modo."

 

 

"Bloccare le criptovalute fraudolente e truffaldine sono il modo migliore per eliminare le ICO irresponsabili e concentrarsi maggiormente sui casi nei confronti di persone non registrate che agiscono come agenti, mediatori e professionisti dell'investimento nello spazio criptovaluta.

 

"Questo è un passo fondamentale nelle criptovalute per fare in modo che diventino un asset class maturo e stabile.

 

 

 

 

Le criptovalute Bitcoin sono una bolla pronta a scoppiare?

"Se un'entità come Google non si sente a proprio agio ad esporre le pubblicità di queste criptovalute, allora è giusto che non le promuovano.

 

"Il bannare è semplicemente un pulsante 'metti in pausa' mentre le organizzazioni cercano di trovare modi migliori per regolare una classe di attività che sono in via di comprensione.

 

"Questo non sarà l'ultimo divieto ma, nel tempo, ci aspettiamo di vedere alcune di queste restrizioni revocate, quando entreranno in vigore regolamenti più significativi e importanti".

 

Molti analisti finanziari concordano che le nuove politiche pubblicitarie di Google hanno avuto un impatto sul prezzo delle criptovalute Bitcoin, ma hanno anche cercato di recuperare terreno.

Le criptovalute hanno preso una serie di duri colpi nelle ultime settimane, dalla sentenza della SEC agli Exchange di criptovalute alle notizie di truffe e furti.

 

La conseguente mancanza di opportunità di acquisto ha lasciato anche agli investitori più esperti un senso di frustrazione.

Ma proprio come ci si deve aspettare forti aumenti in questo mercato, anche noi dovremmo aspettarci grandi ribassi di prezzo.

 

Gli esperti hanno aggiunto che le fluttuazioni del mercato fanno parte del ciclo "inevitabile" delle criptovalute bitcoin BTC.

La mossa di Google è stata accolta con favore anche da alcuni cripto-scettici preoccupati per le truffe di criptovalute online.

 

L'investitore avverte che il bitcoin potrebbe aggiungere "benzina al fuoco" nel crollo del mercato: bisogna affrontare il problema degli investimenti rischiosi che rasentano il gioco d'azzardo.

"Se sei un vero trader o un investitore professionista allora bene - significa che sei ricco e sei consapevole del valore del tuo denaro e di cosa significhi il rischio e la ricompensa.

 

"Ma queste pubblicità non dovrebbero essere mirate alla gente comune impreparata".

La decisione di Facebook che ha annuncia a gennaio di vietare tutti gli annunci per bitcoin e altri criptovalute sul suo servizio di social media.

 

Facebook ha giustificato la decisione dicendo che stava proteggendo i suoi utenti da promozioni ingannevoli e fuorvianti di criptovaluta nascoste come pubblicità.

 

Google da parte sua, ha detto che protegge i clienti dai truffatori.

La mania bitcoin che è scoppiata lo scorso anno ha attratto molti criminali e cattivi attori che hanno usato la pubblicità online per generare entrate fraudolente.

 

Approfondimento: La lista nera (black list) delle criptovalute truffa: AMF e FSMA >>

 

In effetti, secondo la Financial Conduct Authority (FCA) del Regno Unito, le truffe di opzioni binarie dello scorso anno sono costate fino oltre 120 mila dollari ogni giorno.

 

Mike Steward, direttore esecutivo presso la FCA, ha dichiarato: "Poiché le persone sono diventate più scettiche nei confronti delle chiamate al telefono legate all'investimento, le abitudini dei consumatori sono cambiate, abbiamo visto che le truffe e le frodi sugli investimenti si sono spostate online e sui social media.

"Mentre i loro siti web e profili sembrano essere professionali, sono tutti troppo spesso gestiti da truffatori che giocano sui prezzi e falsi pagamenti, o in alcuni casi non collocano affatto alcuna negoziazione, prima di scomparire con il denaro degli investitori innocenti".

 

La Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti ha analizzato in modo analogo gli exchange di criptovalute e le ICO questo mese, affermando che le società che negoziano attività digitali devono seguire le leggi federali.

 

 

 

 

Reviews System WIDGET PACK