Coinbene recensioni opinioni exchange ⚠️ guida [2022] CHIUSO !!!!

coinbene recensioni

In questa guida parleremo delle Coinbene recensioni e opinioni.

CoinBene era uno dei tanti vecchi e nuovi exchange di criptovalute progettati per rendere più facile per le persone di tutto il mondo scambiare i propri assets di criptovaluta in modo sicuro e affidabile.

La piattaforma era relativamente semplice da usare, offre una gamma di coppie di trading e ha un’interfaccia come quelle di altre piattaforme di trading.

CoinBene era aperto agli utenti di tutto il mondo e offre diverse lingue, consentendo alla maggior parte delle persone di utilizzare il sito Web in una lingua in cui sono fluenti, se non di madrelingua.

La lingua predefinita era il cinese, ma era anche possibile modificare il sito Web in inglese, portoghese, vietnamita, malese, spagnolo o coreano.

L’italiano non era disponibile.

Anche altre piattaforme di exchange sono salite alla ribalta: una di queste è Gemini.

Probabilmente hai sentito parlare di Coinbene anche collegandolo alla criptovaluta Ducatus.

Coinbene era un Exchange affidabile?

Negli ultimi mesi, molti lettori ci hanno richiesto delle informazioni e subito ci siamo messi al lavoro.

Questo è il motivo per cui abbiamo quindi deciso di realizzare la guida che puoi trovare qui sotto, dove potrai leggere come funziona Coinbene e se è affidabile.

Faremo anche delle comparazioni per quanto riguarda il trading speculativo e in leva con i vantaggi di IQ Option (clicca qui per il sito ufficiale)eToro (clicca qui per il sito ufficiale), due broker regolamentati e con licenza europea che devi conoscere se vuoi entrare in questo mercato.

Qui sotto puoi trovare l’indice con gli argomenti della guida.

CoinBene ha interrotto la funzione del suo servizio il 05 novembre 2021.

Il sito Web e le app rimarranno chiusi il 15 novembre 2021.

La piattaforma ha chiuso completamente il 31 novembre 2021.

Secondo l’annuncio di Coinbene, CoinBene ha interrotto la funzione del suo servizio il 05 novembre 2021.

Inoltre, CoinBene è una piattaforma di scambio di criptovaluta affidabile e sicura in cui gli utenti possono acquistare e vendere le più famose risorse crittografiche, tra cui Bitcoin, Ripple, Ethereum e altro.

Per motivi operativi e normativi, CoinBene ha chiuso definitivamente il suo servizio per soddisfare i requisiti delle leggi e dei regolamenti sulle criptovalute in varie regioni.

Come parte del processo di chiusura e restituzione, l’exchange ha annunciato alcune date da notare.

In particolare, la funzione di transazione spot è stata interrotta il 5 novembre 2021 alle 18:00 (GMT + 8).

Inoltre, il sito Web e le app sono state chiuse alle 18:00 (GMT + 8) del 15 novembre 2021 e nessuno potrà accedere.

I clienti non potranno recedere dopo il 31 novembre per mancanza di personale addetto al servizio clienti.

Inoltre, i prelievi di asset doevvano essere completati entro il 15 novembre 2021 per gli utenti di CoinBene.

In caso di chiusura della piattaforma, gli utenti che non avevano completato il processo di ritiro dei beni potevano contattare il team del servizio clienti della piattaforma prima del 31 novembre 2021, in modo da richiedere il ritiro dei beni dopo aver completato la verifica dell’identità.

Terminata la cancellazione e della liquidazione, la piattaforma ha chiuso il 31 novembre 2021.

 

Coinbene cos’è

L’indirizzo dell’exchange CoinBene si trovava a Singapore in 1 Coleman Street, The Adelphi.

Pertanto, era ragionevole supporre che la piattaforma sia basata in Singapore.

Continua a leggere mentre esaminiamo questo exchange di criptovaluta oramai chiuso.

Il design di CoinBene era progettato semplicemente per fornire le informazioni più essenziali di cui gli utenti hanno bisogno per utilizzare la piattaforma e segue l’aspetto di altri exchange simili come Kucoin e Binance.

La barra di navigazione principale presentava come per scaricare l’APP, la guida FAQ e informazioni su Coni.

Nell’angolo in alto a destra, trovavi le opzioni previste per l’accesso o la registrazione di un account.

A destra, potevi cambiare la lingua per la piattaforma.

Sotto la barra di navigazione principale, c’erano collegamenti ad informazioni utili, come “Cos’è Coni?” “What is Coni?” e “Guida alle operazioni Presentazione” Operations Guide Introducing.

Proprio sotto, potevi vedere alcuni degli ultimi annunci. 

Immediatamente sotto poi trovavi la parte della homepage a cui la maggior parte degli utenti sono di solito interessati: le quotazioni attuali delle varie criptomonete.

Le coppie di criptovaluta sono divise in tre diverse schede a seconda che coinvolgano USDT, ETH o BTC. 

Ogni riga mostra il nome della criptovaluta, il simbolo in una coppia, l’ultimo prezzo, il prezzo di riferimento, la variazione percentuale, la variazione dei numeri, il volume di trading delle 24 ore (nella criptovaluta data) e l’operazione. 

Non era possibile modificare il metodo di ordinamento delle criptovalute in base al prezzo o modificare come con altre piattaforme, quindi è necessario visualizzarle nell’ordine elencato.

Tuttavia, era presente una funzione di ricerca nell’angolo in alto a destra immediato degli elenchi per facilitare la ricerca della coppia scelta, proprio come in coinmarketcap

Se lo desideri, puoi fare click su un punto qualsiasi della riga di una determinata coppia di criptovalute ed essere portato alla pagina per negoziare.

 

CoinBene registrazione

La creazione di un conto CoinBene era relativamente semplice.

Iniziavo selezionando  “Sign Up”, cioè “Iscriviti” nell’angolo in alto a destra della homepage.

Questo ti portava alla pagina pertinente dove vedevi un modulo da compilare con il tuo indirizzo e-mail e la password scelta.

L’opzione per registrarti utilizzando la tua e-mail era l’impostazione predefinita, ma potevi anche registrarti con il tuo cellulare se preferisci.

Per fare ciò, non compilare il modulo con la tua email e password.

Invece, facevi click su “Cellulare” sotto il pulsante blu “Iscriviti” e sulla destra.

Era necessario creare una password compresa tra sei e 20 cifre, comprese lettere e numeri.

Mentre creavi la password, il sistema ti diceva la sua forza, quindi puoi aggiustarla se necessario.

Poi andavi al tuo account e-mail, dove vedevi un messaggio per la verifica e-mail.

Facevi clic sul link incluso per verificare il tuo account.

Quindi, eri pronto per iniziare a fare trading.

 

CoinBene depositi e prelievi

Per depositare fondi sul tuo conto CoinBene, iniziavi accedendo al tuo account.

Sul lato sinistro della pagina del tuo conto, vedevi il tuo indirizzo e-mail e le impostazioni.

Facevi clic su Impostazioni e assicurati di avere una doppia configurazione impostata, il che significava che sia la tua e-mail che il tuo cellulare dovevano essere impostati.

Tornavi a sinistra dello schermo; sotto “Impostazioni” “settings”, e vedevi un’intestazione per “Assets”. 

La seconda opzione sotto questa voce era “Deposito”.

Facendo clic sul collegamento e selezionando il token che desideravi depositare dal menu a discesa nella parte superiore della pagina. 

Vedevi quindi un indirizzo di deposito, sia elencato che come codice QR.

Utilizzavi uno di questi per depositare la quantità desiderata di monete inviandole all’indirizzo. 

Il deposito doveva apparire nei “Deposit Records” sulla stessa pagina. 

Assicurati di depositare solo la criptovaluta specificata poiché ogni altcoin avrà il suo indirizzo. 

Se inviavi accidentalmente criptovaluta a un indirizzo progettato per un’altra criptovaluta, i fondi andranno persi e CoinBene non sarà responsabile!!!! 

Quindi dovevi fare molta attenzione!

L’opzione “Withdraw”, cioè  “Prelievo” era direttamente sotto “Deposit” sotto “Assets”.

 

Criptovalute supportate

CoinBene supportava un ampio elenco di coppie di criptovaluta.

Trovavi coppie con USDT, ETH o BTC.

A causa della gamma di coppie, trovavi supporto per tutte le criptovalute più popolari, così come alcune di cui potresti non aver sentito parlare.

Sulla base delle coppie elencate nella homepage, c’erano 31 coppie che coinvolgono USDT, 50 che coinvolgevano ETH e 24 con BTC.

coinbene piattaforma

Era anche possibile che le monete e le coppie di trading venissero cancellate.

La stessa pagina delineava le situazioni in cui ciò poteva accadere, ad esempio se il team di progetto veniva licenziato; il progetto violasse le normative e le leggi locali; il progetto fallisse la gestione del rischio di conformità; il team non fosse in grado di risolvere tempestivamente eventuali problemi tecnici o di sicurezza; o CoinBene (o altri) rilevasse informazioni o frodi false, non autentiche o inesatte.

Se una moneta o una coppia veniva eliminata, CoinBene pubblicava un delisting pianificato con almeno cinque giorni di calendario in anticipo e gli utenti avevano 30 giorni per ritirare gli assets.

 

Coinbene Ducatus Coin exchange

Si, hai letto bene, la criptovaluta Ducatus era negoziabile in questa exchange.

Ecco qui sotto una immagine dell’exchange e della criptomoneta ducatus di cui abbiamo parlato qui.

coinbene ducatus

 

In questo exchange il Ducatus era disponibile solo nella coppia valutaria contro il Bitcoin.

Quindi il prezzo rispecchiava anche la volatilità del BTC e non solo del DUC.

 

Come fare trading su CoinBene

La pagina dell’exchange CoinBene era simile a quelle di altre piattaforme, il che significa che trovavi la maggior parte delle informazioni esattamente dove ti aspetti che siano.

Sul lato sinistro della pagina, c’erano tutte le coppie di criptovalute elencate, ancora una volta divise in coppie con USDT, ETH o BTC.

Esistevano tre colonne che mostrano le monete nelle coppie, il valore e la variazione percentuale.

A destra, vedevii il grafico di mercato per la coppia di criptovaluta che avevi selezionato.

Proprio sopra il grafico, c’era il prezzo corrente, il prezzo di riferimento, la variazione in percentuale e il volume delle ultime 24 ore.

Il grafico era un grafico a candela con la possibilità di passare con il mouse su qualsiasi punto per visualizzare valori specifici per l’apertura, il massimo, il minimo e la chiusura, insieme alla data e all’ora specifiche.

Era possibile modificare gli intervalli di tempo in cinque, 15 o 30 minuti; una o quattro ore; o un giorno, settimana o mese.

C’erano anche opzioni per aggiungere indicatori come MACD, RSI e KD.

Potevi anche aggiungere dozzine di altri indicatori al grafico per aiutarti con la tua strategia di trading.

Proprio come IQ Option (clicca qui per il sito ufficiale).

Il pulsante Impostazioni sul grafico a candela consentiva di modificare lo stile in barre, candele vuote, Heikin Ashi, linee o grafici ad area.

Potevi anche regolare colori, bordi, stoppini, posizione della scala, sovrascrivere il segno di spunta minimo, le scale, gli sfondi e i fusi orari.

Sotto il grafico e al centro della pagina, vedevi il modulo per acquistare o vendere la criptovaluta in questione, come BTC nel caso di BTC / USDT.

L’acquisto appariva in verde, mentre la vendita è in rosso.

In entrambi i casi, potevi inserire il prezzo e la quantità o scegliere di acquistare o vendere un quarto, metà o tutta la tua criptovaluta (USDT per l’acquisto e BTC per la vendita in questo caso).

Il saldo disponibile veniva visualizzato immediatamente al di sotto di questo.

Quando si immetteva il prezzo in USD e la quantità in BTC (in questo esempio), l’importo in USD era visualizzato automaticamente.

A destra dei moduli di acquisto e vendita, ma sempre direttamente sotto il grafico, vedevi gli ordini correnti, sia per l’acquisto che per la vendita.

Ognuno era etichettato come Ask1, Ask2, ecc. O Bid1, Bid2, ecc.

E ha il prezzo e la quantità elencati in colonne separate.

Direttamente al di sotto di questo, potevi visualizzare le transazioni completate più recenti con la data coppia di criptovaluta e a sinistra c’erano i tuoi ordini.

Esisteva una commissione di negoziazione dello 0,1% nella valuta di quotazione per ogni singola transazione.

 

Coni Token

Coni, o token CoinBene, era il token crittografico dell’exchange.

Coni offriva numerosi vantaggi per i possessori di token, incluso il 40 percento dell’utile netto della piattaforma assegnato ai possessori di Coni ogni mese e, eventualmente, su base settimanale.

I titolari di Coni ricevevano commissioni di negoziazione scontate fino al 70%.

C’era anche un deposito cauzionale e voto di quotazione.

Aveva un volume totale di 1 miliardo che non veniva mai aumentato e Coni è una moneta ERC20.

Del totale in circolazione di Coni, il 40% era detenuto dal team, il 30% era destinato a degli airdrop per i partecipanti, il 10% era riservato al marketing e l’ultimo 10% è destinato al fondo di protezione degli investitori.

La parte “dedicata al gruppo” di Coni era dedicata allo sviluppo delle funzionalità, alla manutenzione tecnica e agli aggiornamenti per CoinBene e al supporto alla ricerca.

Queste monete non vengivano rilasciate tutte in una volta.

Invece, il 10 percento venva rilasciato un anno dopo; 20 percento due, tre e quattro anni dopo; e il 30 percento cinque anni dopo.

 

CoinBene App

C’erano applicazioni CoinBene sia per Android che per Apple.

Invece di trovare l’applicazione nei relativi stores di applicazioni, era possibile scaricarla tramite il sito Web CoinBene dalla pagina “Download APP” sulla barra di navigazione principale.

Questo ti portava a una pagina con collegamenti per entrambi, un collegamento per Android e un codice QR per la scansione su Apple store.

 

CoinBene commissioni

CoinBene addebitava una commissione dello 0,1% sulle negoziazioni effettuate sulla loro piattaforma, le commissioni vengono addebitate nella valuta dei ogni singola operazione.

Ad esempio, se acquistavi o vendi Bitcoin con USDT, riscuoteranno questa commissione da entrambe le parti del trade.

Addebitavano la commissione solo per le negoziazioni completate, quindi se avevi effettuato un ordine che non era andato a buon fine o ne annulli una parte, le commissioni si applicavano solo alla parte completata.

CoinBene non elencava direttamente le commissioni esatte addebitate al momento del prelievo, ma affermava quanto segue:

“CoinBene riscuoterà la commissione di transazione blockchain dagli utenti quando si applicano per prelevare e pagare ai minatori blockchain per le loro conferme. La Commissione Blockchain verrà riscossa nella stessa valuta che l’utente intende ritirare. Per i token ERC20 o altri token basati su contratto intelligente, Coinbene raccoglierà comunque la stessa valuta che l’utente preleva.”

 

Alternative a Coinbene

Trading su centinaia di asset

Trading su centinaia di asset e autocopy

Trading su decine di altcoin

Trading su decine di altcoin

Exchange e trading centinaia altcoin

Interessi e prestiti con Bitcoin

Trading exchange

Il 78% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore.  Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

 

Come hai letto sopra, ti abbiamo mostrato alcune caratteristiche dell’exchange di Singapore.

Qui ora ti mostriamo alcune alternative a Coinbene.

Quando si parla di speculazione e di trading a margine con le criptovalute, è necessario considerare i CFD (Contratti per differenza).

Questi strumenti derivati permettono di replicare l’andamento delle valute digitali sottostanti senza bisogno di comprarle e o possederle.

Con queste piattaforme puoi anche guadagnare al ribasso e cioè quando la quotazione scende di valore.

Tra le piattaforme più popolari puoi trovare IQ Option (clicca qui per il sito ufficiale) che tra l’altro non addebita commissioni.

Il deposito minimo poi di IQ Option (clicca qui per il sito ufficiale) è di soli 10 euro se vuoi iniziare con pochissimo.

Poi possiamo elencare anche altri broker regolamentati e con licenza che offrono servizi aggiuntivi come il copia trading di eToro (clicca qui per il sito ufficiale), uno tra i servizi più richiesti in Europa.

La classifica dei tre migliori broker per il mercato delle cripto comprende:

 

eToro

Si tratta di una piattaforma multi asset che consente ai propri clienti di puntare ad una diversificazione dei propri investimenti.

Strategia ideale per ridurre il margine di rischio!

eToro (clicca qui per il sito ufficiale) presenta una piattaforma semplice da utilizzare e con degli strumenti innovativi che questo broker ha introdotto nel mondo del trading online: Social Trading e Copy Trading.

Il Copy Trading (provalo qui) è uno dei servizi più richiesti e più in voga in questo periodo perchè permette a tutti di seguire le operazioni degli esperti e dei popular investors.

Se vuoi provare con un conto demo gratis di eToro (clicca qui per il sito ufficiale).

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria. Il 78% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro. I Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea. Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

 

IQ Option

Piattaforma popolare in tutto il mondo è particolarmente apprezzata per le Opzioni FX e per la piattaforma di negoziazione delle criptovalute, oltre azioni e ETF.

Ricordiamo che anche IQ Option (clicca qui per il sito ufficiale) offre un conto demo gratis per testare tutte le funzionalità delle piattaforme messe a disposizione.

Il conto demo è un ottimo modo per iniziare a muovere i primi passi nel mondo del trading online ed acquisire l’esperienza necessaria prima di operare sui mercati reali.

Per accedere al conto demo vai su IQ Option (clicca qui per il sito ufficiale).

 

Naga

Naga è una tra le piattaforme più popolari grazie anche ai corsi di trading che offre in modo del tutto gratuito.

Particolarmente popolare è il suo ebook sui mercati finanziari che puoi scaricare qui gratis su Naga.

Affidarsi ad una piattaforma che eroghi corsi gratis è un aspetto da tenere in considerazione prima di selezionare una piattaforma di trading, soprattutto se si è investitori alle prime armi ma con obiettivi di guadagno ben chiari!

Anche Naga ha tutte le licenze in regola per offrire i servizi di intermediazione in Europa e in Italia.

Per accedere alla demo gratis vai su Naga.

 

Coinbene Forum italiano

CoinBene ora chiuso era un exchange abbastanza recente che ha aumentato le classifiche degli scambi in base al volume, ed era all’undicesimo posto su CoinMarketCap con oltre 1 miliardo e mezzo di volume di trading in dollari ogni 24 ore. 

Ciò era notevole e senza dubbio dovuto al loro token CONI: gli utenti ricevevano il 100 percento delle loro commissioni di trading in Coni.

I possessori del token venivano quindi ricompensati con una percentuale delle commissioni di negoziazione dell’exchange.

Per quanto riguarda l’exchange, era semplice e facile da usare e segue un design e un layout simili ad altri exchange.

Naturalmente, si trattava di uno exchange centralizzato, quindi dovevi fare attenzione quando facevi trading lì – non dovevi tenere mai criptovalute sul conto, piuttosto sui tuoi portafogli come Ledger Nano per esempio.

Avremmo voluto vedere maggiore trasparenza sull’exchange, non c’erano informazioni chiare sulla società dietro, i loro termini e condizioni menzionavano il nome della società come “CoinBene Limited Vanuatu”.

In definitiva, non abbiamo mai raccomandato l’uso di CoinBene a meno che tu non volessi voluto raccogliere i token CONI, oppure solo se fossi interessato ad alcune monete più piccole che potresti non trovare altrove.

Per il trading di quelle più popolari faresti meglio a considerare delle piattaforme regolamentate europee.

Questa piattaforma non era in regola ed ha dovuto chiudere.

Mai operare con piattaforme non regolamentate! 

Il nostro voto:
Clicca qui per votare!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trading online in Demo

Fai Trading Online senza rischi con un

conto demo gratis illimitato: puoi operare

su Forex, Borsa, Indici, Materie prime

e Criptovalute.

*78% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia

CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di

correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

QUOTAZIONI TEMPO REALE

DEMO GRATIS 100%
👇 (AZIENDA TEDESCA) 👇

Naga

Gli ultimi articoli del blog:

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 78 e 89% perde denaro con trading CFD