· 

Furto Bitcoin: Il caso Symphony Volantis e i BTC spariti [2019]

furto bitcoin symphony volantis

In questa investigazione parleremo di una delle truffe più note di furto Bitcoin che hanno letteralmente fatto sparire migliaia di Bitcoin negli Stati Uniti.

 

C'è una disputa in corso che coinvolge frodi, avidità e la scomparsa di milioni di dollari di valuta fiat tradizionale e bitcoin: il caso Symphony Volantis.

 

Questo articolo vuole essere un ammonimento per chiunque creda che investire in bitcoin sia come investire in qualsiasi altro asset. 

 

Per parlare di questo caso di truffa coin, abbiamo avuto la possibilità di rivedere i documenti pubblici.

 

 

Ecco quello che abbiamo scoperto:

 

Le parti sono Symphony, una società di investimento irlandese specializzata nel trading di criptovalute e J. Barry Thompson, amministratore delegato di Volantis Escrow Platform LLC, una piattaforma globale di deposito (escrow) e facilitazione degli scambi che si concentra sui servizi di deposito in garanzia di bitcoin.

 

Nel marzo 2018, le parti sono state riunite da un promotore professionista che abbina acquirenti e venditori di bitcoin e, dopo alcuni avanti e indietro, hanno deciso di lavorare insieme.

 

Nei successivi 5 mesi, il CEO di Symphony, Graham Keating e Thompson hanno preso in considerazione vari acquisti, ma nulla è andato in porto.

 

Quindi a luglio Thompson ha raccontato a Keating l'opportunità di acquistare diverse migliaia di bitcoin da un venditore che stava pianificando di utilizzare Volantis come agente di deposito a garanzia.

 

Symphony e Volantis hanno stipulato un accordo di servizi di impegno. 

 

(L'accordo stabilisce che Volantis Escrow Platform LLC è una società a responsabilità limitata organizzata secondo le leggi dello Stato del Delaware. Tuttavia, non vi è alcuna registrazione di tale società registrata nel Delaware.)

 

Le parti hanno negoziato la struttura della transazione proposta ai sensi di che Symphony avrebbe acquistato 6.600 bitcoin da Volantis in un periodo di 11 giorni, in tranche da 500-1000 bitcoin ciascuno. 

 

Symphony avrebbe trasferito fondi a Volantis che sarebbero stati tenuti in deposito e rilasciati contemporaneamente al momento della consegna a Symphony del bitcoin.

 

Ma non è quello che è successo.

 

Il 24 luglio Symphony ha trasferito 3.600.000 $ a Volantis.

 

Tre giorni dopo, Thompson ha confermato che il prezzo di vendita della prima tranche di 500 bitcoin sarebbe stato di $ 3.303.500 e Keating ha autorizzato Thompson ad iniziare la transazione.

 

Ma la transazione non si è mai chiusa. 

 

Symphony non ha ricevuto alcun bitcoin, né i suoi soldi sono stati restituiti.

 

Non fidarti di società non regolamentate! Affidati solo a piattaforme con licenza. Leggi tutte le opinioni qui.

 

 

 

 

Thompson afferma di aver assunto un (secondo) agente di deposito a garanzia chiamato KRFB Global Group LLC per acquistare 500 bitcoin e afferma che KRFB ha i soldi e i bitcoin.

 

Afferma inoltre che il 27 luglio ha inviato 4.024.914 $ (che rappresentano il 92 percento dei fondi che Symphony ha fornito a Volantis) a KRFB con l'aspettativa che KRFB avrebbe rilasciato 500 bitcoin al suo controllo.

 

Nel corso di molte e-mail e messaggi nei giorni e nelle settimane seguenti, Thompson disse a Keating che il bitcoin era in un portafoglio multi-firma per il quale aveva una chiave e che il bitcoin stava per essere consegnato. 

 

Ma Symphony non ha mai ricevuto i bitcoin e i soldi di Symphony non sono mai stati restituiti.

 

Symphony ha successivamente appreso che due ulteriori società di trading di bitcoin internazionali avevano presentato denunce contro Volantis sotto forma di un arbitrato e di una richiesta di restituzione di fondi, entrambi affermando modelli di fatti simili. 

 

Symphony ha intentato causa contro Thompson presso il tribunale federale di Allentown, in Pennsylvania, e il 14 settembre ha vinto un ordine restrittivo temporaneo che proibiva a Thompson e alle sue entità di trasferire o dissipare determinati beni. 

 

Symphony ha successivamente presentato un'ingiunzione preliminare contro Thompson per ulteriore protezione contro la dissipazione dei beni, che è stata negata. 

 

Volantis ha intentato un'azione legale contro KRFB in California (in cui non sono comparsi imputati).

A sua difesa, Thompson ha testimoniato che Volantis non agiva come agente di garanzia, ma piuttosto come facilitatore della transazione. 

 

Ha inoltre testimoniato che l'accordo gli ha dato l'autorità di utilizzare un secondo agente di garanzia (KRFB) e che KRFB (e non lui) è responsabile della perdita di Keating. 

 

Ha anche affermato che Keating si è assunto il rischio in una tale misura. 

 

Symphony ha negato tutto ciò e ha negato di sapere qualcosa su un secondo agente di garanzia.

 

Non fidarti di società non regolamentate!

 

Affidati solo a piattaforme con licenza. Leggi tutte le opinioni qui.

 

 

 

 

Innanzitutto, poiché bitcoin (e altre criptovalute) operano su una rete decentralizzata, se hai intenzione di negoziare affari con criptovalute utilizzando un intermediario, un tale agente di garanzia, hai bisogno di un sistema infallibile per proteggere i tuoi fondi (e il tuo bitcoin), oppure tu potrebbe cadere vittima di furti e frodi. 

 

Qui, Symphony ha assunto un agente di deposito a garanzia (Volantis) e ha persino firmato un accordo, ma ciò non è bastato perché la società ha perso i suoi soldi.

 

Come possiamo creare un processo infallibile per salvaguardare gli interessi delle parti che effettuano transazioni con criptovalute

 

Iniziamo con un codice di condotta per gli agenti di deposito a garanzia e lo accoppiamo con un linguaggio standardizzato per gli accordi di deposito a garanzia.

 

Regolamentazioni come la Revised Unid Fiduciary Access to Digital Assets Act aiutano a fornire fiduciari (come esecutori e procuratori di fatto) con un percorso legale per la gestione delle risorse digitali di persone decedute o inabili. 

 

Tuttavia, è necessaria maggiore chiarezza per quanto riguarda gli standard di elaborazione degli accordi, in particolare per gli avvocati transazionali e gli agenti di deposito a garanzia tradizionali ai quali viene chiesto ai clienti di detenere le risorse digitali come parte di alcune transazioni correlate.

 

In secondo luogo, quando si tratta di bitcoin se si hanno le chiavi, si ha il controllo. 

 

Se non hai le chiavi, non lo hai. 

 

Bitcoin è simile al denaro contante che chiunque possiede le chiavi del bitcoin può spenderlo. 

 

Ma le transazioni bitcoin, una volta convalidate dalla rete, sono irreversibili. 

 

E, a differenza dei contanti, chiunque abbia accesso alle tue chiavi private, può spendere i tuoi bitcoin senza dover rubare il tuo portafoglio o hackerare il tuo conto bancario.

 

In terzo luogo, se stai facendo un affare di qualsiasi ammontare, dovresti usare una fideiussione o ottenere un'assicurazione. 

 

Mentre alcune delle più grandi compagnie assicurative del mondo, come AIG e Mitsui Sumitomo, stanno iniziando a offrire prodotti di cripto-assicurazione, i loro servizi possono essere costosi. 

 

Ma dato ciò che è a rischio, probabilmente l'assicurazione varrà la spesa extra.

 

Infine e, soprattutto, seleziona attentamente il tuo agente di deposito a garanzia e assicurati che l'agente di deposito a garanzia sia legato. 

 

Fai la tua dovuta diligenza e poni le domande giuste: quali protocolli di sicurezza vengono utilizzati dal servizio di deposito in questione?

 

 L'agente fiduciario svolgerà un ruolo attivo o passivo in prelievi non contestati? 

 

L'accordo include un pagamento diretto a un agente fiduciario o le attività saranno trattenute in un portafoglio multi-firma (o in un portafoglio con firma soglia)? 

 

Il servizio di deposito a garanzia ha un protocollo chiaro e un programma tariffario per la risoluzione delle controversie? 

 

Le chiavi private sono state suddivise? I depositi a lungo termine vengono convertiti in alcune monete stabili o tenuti come depositati? 

 

Come vengono mantenuti i portafogli wallet (cold storage, ecc.)? 

 

Quali soluzioni KYC / AML vengono utilizzate? 

 

Ci sono periodi minimi di regolamento sui depositi? 

 

Ci sono limiti o prelievi giornalieri? 

 

E, se queste domande non sembrano familiari, dovresti trovare qualcuno con esperienza per aiutarti a controllare i potenziali agenti di deposito a garanzia.

 

La tecnologia Ledger distribuita offre ai partecipanti la possibilità di interagire su base peer-to-peer in nuovi modi entusiasmanti, ma presenta anche sfide ai nostri sistemi legali e finanziari esistenti. 

 

Il quadro giuridico relativo ai servizi di deposito a garanzia digitale sta ancora maturando e le questioni relative alla responsabilità fiduciaria sono fluide. 

 

Ora più che mai è importante per la comunità fiduciaria comprendere meglio la tecnologia blockchain e i rischi concomitanti legati alle transazioni di deposito a garanzia e di custodia.

 

Per questo motivo è sempre meglio utilizzare piattaforme ed exchange regolamentate ed evitare persone fisiche come intermediari.

 

Continua a leggere gli ultimi sviluppi.

 

 

 

 

Agenti federali nello stato di New York hanno arrestato il CEO di una società di criptovaluta Volantis per presunto furto di oltre 7 milioni di dollari da due società clienti.

 

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti afferma che Jon Barry Thompson ha truffato 2 società clienti prendendo oltre 7 milioni di dollari facendo false dichiarazioni sul servizio di transazione Bitcoin di Volantis.

 

Secondo l'annuncio delle autorità federali Thompson ha offerto un servizio per trasferimenti di criptovalute a basso rischio fungendo da custode reciproco per due parti in transazione, ma avrebbe usato la sua compagnia come copertura per rubare il denaro depositato.

 

“Jon Thompson ha indotto gli investitori a impegnarsi in transazioni di criptovaluta attraverso la sua società, Volantis Market Making, promuovendo una struttura di transazioni che eliminerebbe qualsiasi rischio di perdita durante l'acquisto. 

 

Come presto i suoi clienti si resero conto, tuttavia, le rappresentazioni di Thompson erano false e questi investitori di criptovaluta alla fine persero tutto il denaro che gli avevano affidato a causa delle sue bugie”, ha affermato l'avvocato statunitense Manhattan Geoffrey S. Berman. 

 

"Sia che una transazione implichi criptovaluta o qualsiasi altro tipo di valuta, merce o sicurezza, questo ufficio è impegnato a sradicare le frodi e proteggere l'integrità dei nostri mercati", ha anche aggiunto.

 

Il vice direttore responsabile dell'FBI, William F. Sweeney Jr., ha spiegato che Thompson ha usato un gergo confuso per indurre in errore le due società vittime meno esperte nel settore delle criptovalute.

 

"Usando frasi e terminologie che le aziende vittime non hanno capito, ha presumibilmente fatto leva sulla loro ignoranza sulle criptovalute emergenti

 

Il nostro lavoro presso l'FBI è investigare sulle frodi e seguire i soldi ovunque conducano ”, ha sottolineato Sweeney Jr..Thompson è accusato di due frodi, una di asset e una di trasferimenti bancari.

 

 

 

 

La prima cosa da fare dopo aver acquistato criptovalute è quella di spostarle in un wallet offline.

 

Questo è importante e fondamentale in quanto lasciarle nei siti dove le abbiamo acquistate e estremamente pericoloso, poiché negli exchange e nei nodi di scambio passano milioni di dollari, che diventano un'opportunità notevole per gli hackers.

 

Ci sono, quindi, diverse soluzioni per stare sereni:

 

Installare un wallet locale sul computer: genera una coppia di chiavi (pubblica+privata) assolutamente segreta, perché elaborata dal vostro pc e disponendo di un programma wallet che vi tiene la contabilità e la gestione delle vostre criptomonete.

 

Ma anche in questo caso non sei al sicuro al 100%!

 

Se il tuo PC venisse infettato da un malware, non è da escludere la possibilità che ospiti indesiderati possano entrare e rubare le chiavi!

 

Usa spesso tool di scansione!

 

Scegli un tool multi-valuta: in questo modo non sarete costretti a usare un wallet diverso per ogni cripto.

 

Il nostro consiglio, in questo caso, è di affidarvi a Ledger.

 

Chiavetta USB: Personalmente la soluzione che preferiamo.

 

Per evitare che le chiavi vengano intercettate da qualcuno, si potrebbero generare le chiavi con il wallet locale e poi cancellarle definitivamente dal PC, non prima di averle annotate su un pezzo di carta?

 

E ma se poi lo perdi?

 

Ecco perchè devi dotarti di un wallet hardware, un dispositivo USB dedicato che genera chiavi senza passare dal PC e richiede la pressione di un tasto fisico per i trasferimenti.

 

Se ne trovano diverse in commercio, noi ti consigliamo un Ledger Nano S, che costa 70 euro circa.

 

Come hai visto le soluzioni per proteggersi dal furto di Bitcoin esistono, basta armarsi e difendersi.

 

 

 

Recentemente il Bitcoin è sceso sotto una soglia psicologica.

 

Questo aspetto ha generato del panico tra gli investitori, tuttavia operando con un CFD ribassista i profitti sarebbero stati notevoli.

 

In ogni caso, al netto dei recenti ribassi sui mercati, il BTC può contare su una struttura economica ancora potenziale.

 

Come fare Trading senza truffe e in sicurezza con Bitcoin? 

 

Sicuramente grazie ai suggerimenti ed alle analisi della Trading Central.

 

Pensa che la piattaforma 24option (clicca qui per il sito ufficiale) mette a disposizione dei suoi clienti i seguenti servizi:

Sei un trader principiante?

 

Nessun problema, potrai utilizzare gli stessi servizi e fare pratica con un Demo, illimitato e gratis.

 

Richiedi qui un conto Demo gratuito.

 

Garanzia della certificazione Consob e utilizzo della piattaforma Metatrader 4, 24option è una scelta vincente per un trading profittevole.

 

Iscriviti su 24option e fai Trading sul Bitcoin.

 

Leggi anche:

 

 

 

Reviews System WIDGET PACK

Scrivi commento

Commenti: 0