Cerca
Close this search box.

OnlyFake: false identità create con intelligenza artificiale

onlyfake funziona creare falsi documenti di identita per kyc

In rete si parla di un sito chiamato OnlyFake che permetterebbe di creare documenti falsi (carta d’identità, passaporto e patente) che potrebbero essere usati per aggirare i controlli KYC.

Nel vasto panorama delle minacce informatiche, una nuova arma ha fatto la sua comparsa: la creazione di documenti falsi tramite avanzate tecnologie basate sull’intelligenza artificiale.

Questo fenomeno, alimentato da piattaforme come OnlyFake, ha sollevato gravi preoccupazioni riguardo alla sicurezza degli exchange di criptovalute.

Solo con una spesa di 15$, gli utenti possono ottenere patenti e passaporti falsi di 26 nazioni, comprese potenze economiche come Stati Uniti, Canada, Gran Bretagna e Australia.

L’inquietante facilità con cui tali documenti possono essere acquisiti rappresenta una minaccia diretta alla validità dei controlli Know Your Customer (KYC), messi in atto dagli exchange per garantire la legalità delle transazioni e prevenire l’attività criminale.

Per fortuna non sono ancora in grado di creare dei passaporti Europei!

 

Come funziona OnlyFake

L’uso di “reti neurali” e “generatori basati su AI” rende questi documenti falsi incredibilmente realistici, complicando ulteriormente il lavoro dei sistemi di sicurezza informatica.

Un recente report di 404 Media ha dimostrato la pericolosità di questa situazione, riportando come sia stato possibile eludere con successo i controlli KYC dell’exchange OKX utilizzando un falso passaporto britannico generato tramite OnlyFake.

La gravità della situazione è ulteriormente accentuata dal fatto che tali documenti possono essere acquistati utilizzando criptovalute, sfruttando così il livello di anonimato garantito da questi strumenti finanziari.

Inoltre, l’uso di foto dei documenti appoggiate su lenzuola per simulare una reale acquisizione da parte di un utente rappresenta un ulteriore inganno difficile da individuare.

In questo contesto, gli exchange di criptovalute sono chiamati a rafforzare le proprie misure di sicurezza, adottando tecnologie avanzate per rilevare documenti falsi e implementando procedure più rigorose per la verifica dell’identità dei propri utenti.

Solo con un impegno collettivo e una costante vigilanza sarà possibile contrastare questa crescente minaccia e preservare l’integrità del mercato delle criptovalute.

 

OnlyFake: l’ascesa degli ID falsi generati dall’intelligenza artificiale nell’era digitale

Una piattaforma online nota come OnlyFake offre patenti di guida e passaporti contraffatti provenienti da oltre 25 paesi.

Sfruttando “reti neurali” avanzate, questi documenti fabbricati sono disponibili per soli 15 dollari ciascuno, rappresentando una minaccia significativa per i sistemi di verifica dell’identità in tutto il mondo.

OnlyFake utilizza una tecnologia di rete neurale all’avanguardia per produrre documenti d’identità e passaporti contraffatti indistinguibili dai documenti autentici.

Con opzioni che abbracciano 26 paesi, queste credenziali contraffatte stanno generando allarme negli ambienti normativi.

 

Evasione dei controlli KYC

In modo inquietante, OnlyFake ha eluso con successo i protocolli Know Your Customer (KYC) presso importanti scambi di criptovaluta come OKX, Kraken e Bybit.

Ciò sottolinea l’urgente necessità di misure rafforzate di verifica dell’identità.

Simulazione realistica: in particolare, OnlyFake genera immagini realistiche di documenti d’identità su vari sfondi, imitando le foto di verifica richieste dai servizi online.

Inoltre, i metadati falsificati aggiungono un ulteriore livello di autenticità, aumentando la sfida del rilevamento.

Capacità di produzione di massa: Affermando la capacità di produrre in serie centinaia di documenti d’identità falsi contemporaneamente utilizzando dati Excel, OnlyFake segnala l’obsolescenza dei metodi tradizionali come i documenti Photoshoppati.

Preoccupazioni relative alle frodi d’identità: la proliferazione di documenti d’identità falsi convincenti solleva gravi preoccupazioni per quanto riguarda le frodi d’identità semplificate e il potenziale sfruttamento per il riciclaggio di denaro attraverso scambi di criptovalute e neobanche.

 

Implicazioni per la sicurezza e la conformità

Un recente avvenimento nel mondo della tecnologia ha catturato l’attenzione degli esperti di sicurezza informatica: un passaporto fasullo generato da un’Intelligenza Artificiale ha sorpassato tutte le verifiche di autenticità.

La foto di un presunto passaporto britannico contraffatto è emersa su una piattaforma di convalida dell’identità di OKX, rivelando una creazione straordinaria nell’ambito dell’ingegneria digitale.

Secondo le fonti di 404 Media, sembra che questo exploit sia stato sfruttato da utenti del web per eludere i controlli di identità su diverse piattaforme di criptovalute e servizi finanziari di rilievo, tra cui PayPal.

Questo sviluppo tecnologico solleva interrogativi critici sulla sicurezza delle identità digitali e sulle possibili implicazioni per la prevenzione delle frodi finanziarie.

Il servizio, apparentemente offerto da un’entità conosciuta come OnlyFake, potrebbe essere un’utile risorsa per truffatori e hacker che cercano di celare la propria identità reale dietro documenti contraffatti, rendendosi così più difficili da individuare.

Il proprietario di OnlyFake, noto come “John Wick”, ha dichiarato a 404 Media che i documenti falsi potrebbero eludere i requisiti di conformità KYC (Conosci il Tuo Cliente) presso diverse piattaforme di scambio di criptovalute e istituti finanziari, compresi nomi di rilievo oltre alla neobanca Revolut, che accetta criptovalute.

Tuttavia, è importante notare che OnlyFake, in base ai suoi termini di servizio, sostiene di non produrre documenti falsi in quanto ciò sarebbe illegale.

Piuttosto, dichiara che i suoi modelli sono destinati esclusivamente a scopi artistici come film, programmi televisivi e illustrazioni web.

Inoltre, il sito offre agli utenti la possibilità di falsificare i metadati delle foto, inclusi dettagli come posizione GPS, ora, data e dispositivo utilizzato per scattare la foto contraffatta, aspetto rilevante considerando che alcuni servizi di verifica dell’identità si affidano a tali informazioni per confermare l’autenticità delle immagini.

Parallelamente, una scoperta della società di sicurezza Blockchain CertiK ha rivelato l’esistenza di un mercato nero, emerso verso la fine del 2022, in cui individui offrivano fino a 8 dollari per la vendita delle proprie identità digitali.

In cambio, questi individui venivano reclutati per registrare conti bancari e di scambio, diventando così il volto verificato di presunte imprese di criptovalute fittizie.

Questo episodio mette in luce la necessità crescente di rafforzare i protocolli di sicurezza digitale e di adottare misure più robuste per proteggere le identità online.

In un mondo sempre più interconnesso e digitale, la protezione delle identità digitali diventa una priorità cruciale per garantire la sicurezza e la fiducia nei servizi finanziari e nelle transazioni online.

Maggiore vulnerabilità: l’indagine del giornalista di sicurezza informatica Joseph Cox rivela la facilità con cui gli individui possono ottenere documenti d’identità falsi di alta qualità, sfruttando le vulnerabilità nei processi KYC nei principali scambi di criptovalute.

Sfruttamento criminale: la diffusa disponibilità di documenti d’identità contraffatti pone un grave rischio di sfruttamento per attività criminali come il riciclaggio di denaro e l’evasione fiscale, in particolare all’interno dei canali delle criptovalute.

Sfide per la conformità: lo sfacciato marketing da parte di OnlyFake dei suoi prodotti come conformi al KYC evidenzia l’urgente necessità per gli istituti finanziari e le aziende di criptovaluta di rafforzare le misure di sicurezza contro i profili falsi generati dall’intelligenza artificiale.

 

Come difendersi dai falsi

Autenticazione avanzata: l’implementazione dell’autenticazione a più fattori, dell’analisi comportamentale e dei controlli di attività può aiutare a mitigare il rischio di attività fraudolente agevolate da ID falsi generati dall’intelligenza artificiale.

Verifica forense dei documenti: l’utilizzo di tecnologie avanzate per la verifica forense dei documenti può aiutare a rilevare credenziali contraffatte, rafforzando le procedure KYC.

Due Diligence: una due diligence rafforzata sulla fonte dei fondi e un controllo rigoroso della documentazione del cliente sono fondamentali per salvaguardarsi dalla proliferazione di identità contraffatte.

 

Conclusioni

Con l’avvento dell’era dei documenti d’identità falsi generati dall’intelligenza artificiale, l’imperativo di robuste misure di sicurezza e di una maggiore vigilanza non è mai stato così pressante.

Solo attraverso sforzi concertati per rafforzare i sistemi di verifica dell’identità le istituzioni finanziarie e gli scambi di criptovalute possono combattere efficacemente la crescente minaccia rappresentata da sofisticate credenziali contraffatte.

In un panorama in cui 15 dollari e pochi minuti sono tutto ciò che serve per ottenere credenziali apparentemente autentiche, la battaglia contro le frodi d’identità richiede diligenza costante e innovazione nei protocolli di sicurezza.

disclaimer rischio lecriptovalute org

Il voto della Redazione:
Clicca qui per votare!
[Total: 1 Average: 3]

Autore

  • Giancarlo

    Giancarlo è uno scrittore a tempo pieno presso lecriptovalute.org. Ha oltre 13 anni di esperienza nel settore della creazione di contenuti. Laureato in economia e finanza, Giancarlo ha un vivo interesse nelle criptovalute a tenersi aggiornato con gli ultimi sviluppi nel mercato digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trading online in Demo

Fai Trading Online senza rischi con un

conto demo gratis illimitato: puoi operare

su Forex, Borsa, Indici, Materie prime

e Criptovalute.

*76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia

CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di

correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

QUOTAZIONI TEMPO REALE

DEMO GRATIS 100%

Gli ultimi articoli del blog:

Avviso di rischio: I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-82% dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere denaro.