Cerca
Close this search box.

Wyckoff teoria e metodo Wyckoff: indicatore spiegato facile

teoria wyckoff metodo come funziona spiegato facile

La metodologia di trading proposta da Richard DeMille Wyckoff è fondata su concetti chiave che vanno oltre la semplice analisi di mercato.

Le 3 leggi formulate da Wyckoff forniscono un quadro solido per applicare il suo metodo, che si distingue per la sua capacità di analizzare il mercato in modo completo, tenendo conto di concetti tangibili come gli eventi che influenzano direttamente l’andamento.

Wyckoff, un pioniere nell’esplorazione dei mercati, iniziò la sua carriera a soli 15 anni come runner presso una borsa d’affari.

In un’epoca priva di trading elettronico, la sua abilità nel comprendere e schematizzare le complesse relazioni tra compratori e venditori è ancor più notevole.

Da runner, Wyckoff si è trasformato in uno dei trader e analisti più rispettati del suo tempo, raggiungendo anche l’apice della ricchezza in America.

La sua metodologia si basa sull’analisi accurata dello sforzo e del risultato.

Attraverso l’osservazione delle reazioni in specifiche zone di domanda e offerta, in connessione con i volumi di scambio, Wyckoff ha acquisito un vantaggio straordinario sui mercati del suo tempo.

Sorprendentemente, le sue intuizioni rimangono ancora valide oggi, se opportunamente adattate al contesto attuale.

Secondo Wyckoff, il mercato si trova in tre condizioni fondamentali, tutte legate alla dinamica tra domanda e offerta.

Approfondire queste condizioni è cruciale per comprendere il comportamento del mercato e identificare opportunità di trading significative.

Il suo impatto nel mondo finanziario è stato così significativo che, nel 1907, fondò persino un magazine a Wall Street e si mise in competizione diretta con i leader dell’epoca, come il capo della General Motors, per il titolo di residenza migliore negli Hampton.

La metodologia di Wyckoff rappresenta un approccio completo e strutturato all’analisi di mercato, fondato su principi consolidati che resistono alla prova del tempo.

I suoi contributi nel comprendere le dinamiche sottostanti al trading rimangono una fonte preziosa di ispirazione per gli operatori di oggi.

Andiamo a vedere nel dettaglio come funziona il metodo Wyckoff.

 

Teoria Wyckoff e metodo Wyckoff cos’è

Il Metodo Wyckoff, concepito da Richard Wyckoff negli anni ’30, rappresenta un fondamento importante nell’ambito dell’analisi tecnica finanziaria.

La sua metodologia si propone di offrire una prospettiva del mercato basata su solide relazioni causa-effetto, consentendo una previsione accurata dei movimenti di mercato.

Inizialmente sviluppato per analizzare il comportamento delle azioni, il Metodo Wyckoff dimostra la sua versatilità estendendosi a qualsiasi entità finanziaria con un prezzo e una liquidità sufficiente.

Questa flessibilità lo rende un approccio ideale nel contesto del trading.

La Teoria Wyckoff, fondamentale per comprendere appieno il metodo, si articola attorno a tre leggi fondamentali.

Seguendo queste leggi con attenzione, è possibile acquisire una conoscenza dettagliata sull’andamento futuro del mercato in risposta a eventi specifici.

Per chiunque ambisca a migliorare le proprie competenze di analisi tecnica e anticipare con successo le dinamiche di mercato, il Metodo Wyckoff emerge come una guida affidabile.

La sua struttura solida e la sua adattabilità lo rendono uno strumento potente per interpretare e agire in modo informato sui mercati finanziari.

Eleva il tuo approccio al trading incorporando il Metodo Wyckoff e sperimenta un livello superiore di consapevolezza e precisione nelle tue decisioni finanziarie.

Metodo Wyckoff: legge della domanda e dell’offerta

La fondamentale legge dell’economia, nota come la legge della domanda e dell’offerta, può apparire scontata, ma la sua semplicità nasconde una profonda saggezza che guida i meccanismi del mercato.

In sintesi, al crescere della domanda, i prezzi si innalzano, mentre al diminuire della domanda, i prezzi si riducono.

Questa logica intuitiva si basa sull’equilibrio tra domanda e offerta, dove oscillazioni minime caratterizzano un mercato in equilibrio.

Tuttavia, quando la proporzione tra domanda e offerta si squilibra, si manifesta una variazione nei prezzi.

Se l’offerta non riesce a soddisfare la domanda, i prezzi aumentano; viceversa, un’eccessiva offerta rispetto alla domanda comporta una diminuzione dei prezzi.

Le dinamiche della legge della domanda e dell’offerta si manifestano in diverse situazioni di mercato:

  • Domanda superiore all’Offerta: In questo caso, il mercato assume una direzione rialzista, poiché la pressione d’acquisto non può essere soddisfatta al prezzo corrente. Gli operatori cercheranno venditori ai livelli di prezzo superiori per rispondere alla crescente domanda.
  • Offerta superiore alla Domanda: Quando l’offerta supera la domanda, il mercato segue una direzione ribassista. La pressione di vendita non può essere soddisfatta al prezzo corrente, spingendo gli operatori a cercare acquirenti a livelli di prezzo inferiori.
  • Equilibrio tra Domanda e Offerta: Se domanda e offerta sono in equilibrio, il mercato si trova in un range laterale o di compressione. La certezza del trend emerge solo con un chiaro breakout direzionale, indicando la prevalenza di una delle due forze (con attenzione alle possibili manipolazioni).

 

Questa legge fondamentale non solo offre una comprensione chiara dei meccanismi di mercato, ma fornisce anche un approccio strategico per gli operatori finanziari.

La consapevolezza di queste dinamiche è essenziale per interpretare con successo le tendenze e prendere decisioni informate nelle dinamiche mutevoli del mercato.

 

Metodo Wyckoff: legge della causa e dell’effetto

teoria wyckoff metodo come funzionano le fasi

La teoria attuale, a differenza della precedente, richiede un approccio più approfondito per essere compresa appieno.

Al cuore di questo metodo si trova il concetto che le fluttuazioni tra domanda e offerta non sono frutto del caso, ma piuttosto sono governate da un periodo specifico caratterizzato da determinate dinamiche, dando luogo a risultati ben definiti. In altre parole, esiste una causa che genera un effetto specifico.

La nota “Legge di Wyckoff” si distingue per affermare l’esistenza di due possibili cause e altrettanti effetti.

L’accumulo di asset durante un periodo determinato può innescare un trend rialzista, mentre una fase di distribuzione può dare origine a un trend ribassista.

In termini pratici, ciò implica che dopo un periodo di accumulo di, per esempio, azioni, ci si può aspettare un aumento dei prezzi. In modo analogo, una fase di vendita di azioni dovrebbe essere seguita da una diminuzione dei prezzi.

Questa prospettiva offre una comprensione più approfondita e strategica dei mercati finanziari, sottolineando l’importanza di identificare i segnali di accumulo e distribuzione per guidare decisioni di investimento informate.

L’applicazione consapevole di questa legge può essere uno strumento potente per gli operatori di mercato che cercano di anticipare e capitalizzare sulle tendenze emergenti.

 

Metodo Wyckoff: la legge dello sforzo contro risultati

wyckoff teoria come funziona

La terza legge di Wyckoff rivela una prospettiva dinamica del mercato finanziario, sottolineando l’influenza di due forze cruciali: il volume e il prezzo.

Questa legge, pilastro fondamentale dell’analisi di Wyckoff, si configura come un prezioso strumento per gli investitori attenti alla dinamica dei mercati.

Secondo questa legge, il volume e il prezzo agiscono in simbiosi, delineando il futuro trend di un asset.

Quando il movimento del prezzo è in sintonia con il volume, si verifica una continuità nel trend, fornendo agli operatori una chiara indicazione della solidità della tendenza in atto.

Tuttavia, la terza legge di Wyckoff avverte che la discordia tra volume e prezzo può essere un segnale di potenziali cambiamenti nella direzione del mercato.

Se il volume e il prezzo divergono in modo significativo, il trend potrebbe subire un’interruzione o addirittura invertire la sua direzione.

Questo metodo sottolinea l’importanza di monitorare attentamente sia il volume che il prezzo, poiché l’analisi congiunta di questi due elementi può fornire preziose indicazioni sulle future dinamiche di mercato.

Gli investitori informati possono utilizzare queste informazioni per prendere decisioni ponderate e cogliere opportunità di trading in un contesto in continua evoluzione.

La terza legge di Wyckoff offre quindi una prospettiva avanzata sulla relazione tra volume e prezzo, fornendo agli operatori gli strumenti necessari per interpretare e anticipare le dinamiche del mercato finanziario.

Un’analisi oculata di questi elementi può rivelarsi fondamentale per ottimizzare le strategie di investimento e individuare possibili punti di svolta nei mercati finanziari.

Teoria dell’uomo composito o operatore composito

Nel panorama della finanza, l’innovativo concetto di “Uomo Composito” è stato coniato da Wyckoff, emergendo come una figura concettuale chiave nel comprendere il dinamismo del mercato finanziario.

Tale entità fittizia incarna gli attori principali che, con movimenti di grandi volumi e sfruttando asimmetrie informative, guidano l’andamento del mercato.

Questo approccio rivoluzionario suggerisce agli investitori e trader di analizzare il mercato come se fosse guidato da una singola entità, semplificando così la comprensione dei trend e la rilevazione dei punti di inversione.

L’Uomo Composito, spinto dalla ricerca di opportunità, agisce in modo tale da garantirsi acquisti a prezzi convenienti (DISCOUNT) e vendite a prezzi premium, facendo leva sui piccoli investitori.

Tuttavia, secondo la visione di Wyckoff, questa figura adotta una strategia relativamente prevedibile, offrendo agli investitori la possibilità di apprendere e trarre vantaggio da questa dinamica.

Per rendere più concreta questa teoria, possiamo applicare il concetto di Uomo Composito a un ciclo di mercato semplificato, suddividendolo in quattro fasi fondamentali: accumulo, trend rialzista, distribuzione e trend ribassista.

Ogni fase di questo ciclo fornisce preziose informazioni sulla direzione del mercato, consentendo agli operatori di adottare decisioni informate e gestire il rischio in modo efficace.

In sintesi, comprendere il concetto di Uomo Composito non solo offre un quadro chiaro sulla dinamica del mercato, ma fornisce anche agli investitori una prospettiva strategica per navigare con successo attraverso le complesse fluttuazioni finanziarie.

Un’analisi attenta delle fasi del ciclo di mercato consente di identificare opportunità di investimento e di mitigare i rischi, ponendo gli operatori in una posizione di vantaggio nella complessa arena finanziaria.

 

Fase dell’Accumulazione

La fase di accumulazione si origina dalla valutazione del prezzo che entra in una zona di sconto, dove l’investitore composto ritiene che il rapporto rischio-rendimento sia favorevole all’acquisizione di posizioni long per l’asset in esame.

Questa fase si sviluppa all’interno di un intervallo di prezzo più o meno definito.

Con l’evoluzione della comprensione dei mercati e la diffusione di concetti avanzati, le zone di sconto perdono progressivamente rilevanza nella loro strutturazione originale, ma la logica del movimento di mercato rimane di cruciale importanza.

L’investitore composto deve focalizzarsi sull’accumulo della maggior parte della liquidità, influenzando le direzioni del mercato in modo ingannevole, fino a quando non ha acquisito posizioni sufficienti da generare il cosiddetto Mark-Up.

Identificare le singole fasi dell’accumulazione, rappresentano un esercizio prezioso per il professionista finanziario.

Nel contesto della tua attività di investimento, è fondamentale comprendere che un’eccessiva analisi può portare alla paralisi decisionale.

La remunerazione deriva dalla capacità di sfruttare efficacemente le fasi di accumulazione, piuttosto che dall’identificazione precisa di ogni nomenclatura.

Il successo nell’investimento è legato alla pratica di strategie mirate e alla comprensione profonda del comportamento del mercato durante le fasi cruciali.

Sottolineare l’importanza di queste dinamiche di mercato e l’abilità nell’interpretarle diventa essenziale per costruire una strategia di investimento solida e profittevole.

In sintesi, la consapevolezza e l’applicazione pratica delle fasi di accumulazione costituiscono il fondamento su cui si costruisce il successo nell’ambito degli investimenti finanziari.

 

Fase della Distribuzione

La fase di distribuzione si presenta come un contraltare della fase di accumulazione, manifestandosi quando il prezzo raggiunge una zona premium.

In questa fase, l’investitore composto trova conveniente la distribuzione finale dei profitti, considerando il rapporto rischio/rendimento (RR), e l’accumulo di posizioni short diventa una strategia chiave.

Contrariamente alle fasi di accumulazione, durante la distribuzione, il prezzo si mantiene all’interno di un range ben definito.

Questo scenario induce gli investitori ad entrare sul mercato in risposta a falsi breakout e riassorbimenti.

Solo quando la pressione di acquisto è completamente assorbita e l’offerta raggiunge il suo apice, si verifica l’uscita dal range di distribuzione, segnando l’inizio del Mark-Down.

Un aspetto fondamentale da considerare in questa fase è l’analisi attenta dei falsi breakout e dei riassorbimenti, poiché rappresentano opportunità strategiche per gli operatori di mercato.

La comprensione approfondita di tali dinamiche può consentire di identificare i momenti chiave in cui la distribuzione sta per concludersi e il Mark-Down sta per prendere il sopravvento.

Inoltre, durante la fase di distribuzione, è essenziale monitorare attentamente la composizione del portafoglio e adottare strategie adeguate per gestire le posizioni short.

L’ottimizzazione del rapporto rischio/rendimento diventa cruciale per massimizzare i profitti durante questa fase del ciclo di mercato.

In sintesi, la fase di distribuzione rappresenta un periodo cruciale in cui gli investitori possono sfruttare le opportunità emergenti.

Comprendere le dinamiche di questa fase e adottare strategie avanzate può portare a decisioni più informate e a una gestione più efficace del portafoglio, contribuendo al successo nell’ambiente dinamico del mercato finanziario.

 

Legge Sforzo contro Risultato

La Legge dell’Equilibrio tra sforzo e Risultato rappresenta un fondamentale strumento di valutazione delle dinamiche di mercato, consentendoci di analizzare le discrepanze tra i volumi negoziati durante un determinato intervallo di tempo e i risultati conseguiti in termini di price action.

Questo principio offre chiarezza nelle dinamiche di mercato e può essere applicato in modo efficace attraverso esempi concreti.

Un esempio eloquente è rappresentato dalle fasi di mark-up o mark-down, le quali, quando supportate da volumi crescenti, testimoniano la genuinità di un trend emergente.

Questo scenario suggerisce un coinvolgimento significativo da parte degli operatori di mercato, indicando la validità del movimento di prezzo in corso.

D’altro canto, quando un trend prosegue nella sua direzione e, contemporaneamente, si assiste a una perdita di intensità nei volumi, è imperativo valutare l’eventuale esaurimento del trend.

Tale situazione potrebbe indicare una potenziale inversione di tendenza o un rallentamento nell’inerzia del movimento, richiedendo un’attenzione particolare da parte degli investitori.

Nel contesto dell’accumulazione/distribuzione, la Legge dell’Equilibrio suggerisce di prestare attenzione al comportamento del prezzo e dei volumi.

Se durante una fase di accumulazione o distribuzione il prezzo lateralizza e i volumi registrano un aumento significativo, è possibile attendersi un’ulteriore volatilità, indicando la probabile uscita dalla fase di ranging market.

Questo momento critico può presentare opportunità uniche per gli operatori attenti alle dinamiche del mercato.

In sintesi, la comprensione della Legge dell’Equilibrio tra Impegno e Rendimento fornisce un quadro dettagliato delle dinamiche di mercato, permettendo agli investitori di prendere decisioni informate e di cogliere opportunità strategiche.

La chiarezza nell’analisi delle relazioni tra volumi e price action si rivela cruciale per un approccio professionale e efficace nel contesto finanziario.

 

Come valutare la fase del Momentum

L’analisi del Momentum del prezzo rappresenta un aspetto cruciale per individuare segnali di esaurimento della forza di un trend.

Nel contesto delineato di seguito, osserviamo come il comportamento del prezzo manifesti una diminuzione dell’impulsività ad ogni escursione, evidenziata dalla riduzione dell’angolatura, accompagnata da una maggiore dilatazione temporale per coprire la medesima ampiezza di movimento, come evidenziato dal rapporto altezza/larghezza dei rettangoli verdi.

Questo fenomeno rivela in modo chiaro che l’interesse al rialzo sta progressivamente diminuendo, ponendoci in uno stato di vigilanza riguardo a un potenziale inversione imminente.

Parallelamente, considerando i movimenti ribassisti, se osserviamo una successione di impulsi al ribasso con intensità decrescente, accompagnati da un’espansione della lateralizzazione, ci troviamo forse in una fase di accumulazione.

La capacità di interpretare queste dinamiche offre un vantaggio strategico nel prendere decisioni di trading informate.

L’analisi del Momentum non solo consente di anticipare possibili inversioni di tendenza, ma fornisce anche indicazioni preziose sulla forza e la direzione potenziale del movimento del prezzo.

In questo contesto, è essenziale sottolineare l’importanza di integrare l’analisi tecnica con una comprensione approfondita degli indicatori di Momentum, al fine di sviluppare strategie di trading più efficaci e mirate.

La consapevolezza di tali segnali di esaurimento della forza di un trend amplifica la nostra capacità di adattamento e risposta tempestiva ai cambiamenti di scenario nei mercati finanziari, contribuendo così a ottimizzare le performance e a gestire in modo prudente il rischio associato alle operazioni di trading.

 

Fase del Salto del ruscello

Riconosciamo l’importanza di andare oltre la mera conoscenza teorica e di saper applicare tali nozioni in modo strategico per massimizzare i benefici.

Tra le varie strategie, una delle più efficaci è legata all’operatività durante le fasi di accumulo e distribuzione, con un particolare focus sulle fasi di Mark-Up/Down.

Esaminiamo attentamente uno dei trade a più alto tasso di successo correlato a queste dinamiche: il “Jump the Creek” o salto del ruscello.

Questa tattica coinvolge l’uscita dalle fasi di accumulazione e richiede l’intercettazione precoce delle fasi di Mark-Up/Down.

Iniziamo con il trade legato all’uscita dalle fasi di accumulazione, noto come Jump the Creek.

La strategia prevede l’identificazione di una presa di liquidità o Spring, seguita da un ritorno nel range, supportato da volumi significativi.

Successivamente, si può decidere se aspettare o meno un test dello Spring, ma l’elemento cruciale è il movimento impulsivo che rompe le strutture di resistenza precedenti.

Questo trade riflette un interesse long, rappresentato da un “salto” che supera le diverse zone di offerta precedenti, atterrando oltre un metaforico ruscello di pressione short.

Tale approccio non solo offre opportunità di profitto, ma dimostra anche la capacità di interpretare e capitalizzare sulle dinamiche del mercato in modo avanzato.

Sfruttare con successo il Jump the Creek richiede una comprensione approfondita delle dinamiche di mercato, la capacità di individuare le opportunità emergenti e l’attuazione di strategie basate su analisi solide.

Questa metodologia non solo migliora la precisione delle decisioni di trading, ma contribuisce anche a costruire una solida base di conoscenza pratica nel contesto delle operazioni di mercato avanzate.

 

Fase della Rottura del ghiaccio

Nel vasto panorama del trading, la metafora della “Rottura del Ghiaccio” emerge come un valido strumento concettuale per comprendere le complesse dinamiche che caratterizzano l’uscita dalle fasi di distribuzione.

Esploriamo in modo approfondito questo concetto, che rappresenta un momento cruciale nella definizione delle future tendenze di mercato.Attendiamo con pazienza l’approccio del prezzo a una zona ad elevato potenziale di inversione ribassista.

Questo segna l’inizio di un “ranging market”, un periodo in cui si sviluppa una fase di consolidamento.

Successivamente, puntiamo a individuare lo “swing” al di sopra dei massimi di questo intervallo, noto come UTAD (Up trust after distribution).

Questo movimento, caratterizzato da un immediato e sostenuto ritorno nella zona, funge da “spring”, inducendo gli operatori di mercato in una falsa direzionalità e accumulando la necessaria controparte per alimentare una successiva direzionalità ribassista.

La Sfida della Liquidità Superiore: La verifica della liquidità superiore è essenziale e dipende dall’intensità della pressione di vendita. Spesso, dopo la manipolazione di mercato, il treno parte senza concederci l’opportunità di salire a bordo. Questo sottolinea l’importanza di comprendere e gestire la pressione di vendita per evitare di essere sorpassati dalle dinamiche del mercato.

Il BTI come Segno Cruciale: Il segno definitivo che sottolinea la conclusione della fase distributiva e l’inizio del Mark-Down è il Break the Ice (BTI). Qui, assistiamo a una rottura dei supporti e della zona inferiore del range, seguita da un possibile ritorno a testare la liquidità interna. Questa fase prelude al movimento successivo verso la zona di domanda successiva.

  • Comprendere il Timing: Identificare il momento propizio per l’ingresso o l’uscita dal mercato è fondamentale.
  • Gestione della Pressione di Vendita: Una gestione attenta della pressione di vendita può prevenire perdite e massimizzare le opportunità di profitto.
  • Analisi Approfondita: Approfondire l’analisi del Break the Ice fornisce una chiara visione delle tendenze future.

 

In buona sostanza la Rottura del Ghiaccio non è solo un concetto, ma una guida strategica per coloro che desiderano navigare con successo nel mondo del trading.

Rimani informato, adotta una prospettiva critica e affronta il mercato con fiducia, sapendo che ogni mossa è fondamentale per il tuo successo.

 

Conclusione

Concludiamo riflettendo su illuminanti citazioni di Mr. Wyckoff, focalizzando l’attenzione su principi fondamentali che guidano il successo nel mondo del trading.

“Il tuo giudizio inizierà ad impoverirsi, se ascolterai più il tuo ego rispetto a ciò che il mercato ti sta dicendo”, sottolinea l’importanza di mettere da parte preconcetti personali per abbracciare la saggezza del mercato.

Wyckoff invita i trader a “imparare ad osservare con attenzione le informazioni che il mercato comunica”, un richiamo prezioso alla necessità di essere attenti alle dinamiche del mercato.

In breve, il successo nel trading non deriva dalla formulazione di teorie sulla direzione del mercato, ma piuttosto dall’abilità di seguirne attentamente l’andamento.

Wyckoff enfatizza: “Ascolta ciò che il mercato ti dice a proposito dei suoi partecipanti e non ciò che i suoi partecipanti dicono del mercato”.

Questo principio è cruciale per il percorso di crescita di ogni trader, evidenziando l’importanza di testare personalmente le strategie e di basare le decisioni su dati concreti.

Nel contesto delle criptovalute, dove il motto “Don’t trust, verify” e “Do your own research” (DYOR) sono fondamentali, queste regole assumono un ruolo ancora più rilevante.

La fiducia va guadagnata attraverso la verifica, e la ricerca individuale è essenziale per comprendere appieno il contesto del mercato delle criptovalute.

In sintesi, la teoria di Wyckoff offre concetti basilari imprescindibili per il successo nel trading.

Il suo metodo permette un’analisi semplice ed efficiente del mercato, offrendo un approccio pratico che ogni trader dovrebbe integrare nella propria strategia.

Invitiamo quindi a far proprie queste nozioni e a sfruttarle al massimo per ottenere risultati consistenti e duraturi nel mondo del trading finanziario.

Ecco le migliori piattaforme per la compravendita di criptovalute:

Trading su centinaia di asset

Il 51% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro

Trading su decine di altcoin

Trading su decine di altcoin

Trading su decine di altcoin

Trading su centinaia di altcoin e asset digitali

Exchange e trading centinaia altcoin

Trading exchange

Exchange e trading altcoin

Il 51% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore.  Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

 

disclaimer rischio lecriptovalute org

Il voto della Redazione:
Clicca qui per votare!
[Total: 1 Average: 5]

Autore

  • Giancarlo

    Giancarlo è uno scrittore a tempo pieno presso lecriptovalute.org. Ha oltre 13 anni di esperienza nel settore della creazione di contenuti. Laureato in economia e finanza, Giancarlo ha un vivo interesse nelle criptovalute a tenersi aggiornato con gli ultimi sviluppi nel mercato digitale.

    Visualizza tutti gli articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trading online in Demo

Fai Trading Online senza rischi con un

conto demo gratis illimitato: puoi operare

su Forex, Borsa, Indici, Materie prime

e Criptovalute.

*Il 51% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia

CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di

correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Gli ultimi articoli pubblicati:

Avviso di rischio: I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 51-80% dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere denaro.